Cinecittà compie 80 anni: il Fascismo regalò all’Italia la sua Hollywood

374

Cinecittà compie 80 anni. Il 28 aprile 1937 nasceva Cinecittà, la Hollywood italiana. “La Cinematografia è l’arma più forte dello Stato”. Questo era il pensiero di Benito Mussolini fin dalla sua ascesa al potere nel 1922 come Duce del Fascismo. Diventando ben presto uno degli slogan fascisti principali e più significativi. Nonché frase che giganteggiava nella stessa Cinecittà.

L’obiettivo di Mussolini, ovviamente, era soprattutto girare i suoi film propagandistici. A questa iniziativa seguì la creazione, nel 1924, dell’Istituto Luce di cui i vari ministeri si servivano per produrre documentari e cinegiornali a fini propagandistici ed educativi.

Cinecittà compie 80 anni. Ma quali furono i motivi di questa scelta?

Mussolini volle che anche in Italia si realizzasse un ampio luogo dove si girassero i principali film, in stile Hollywood, nato poco prima. Ma la nascita di Cinecittà si deve soprattutto alla passione di Luigi Freddi, direttore generale della cinematografia fascista dal 1934. Ripercorriamo la gloriosa storia di Cinecittà. Oggi, come tante altre grandi opere realizzate all’epoca, un pò abbandonata a se stessa.

Luigi Freddi cominciò a coltivare l’idea di realizzare degli Studios cento per cento italiani in un periodo in cui il regime fascista aveva già messo a punto la macchina mediatica di influenza propagandistica. A differenza del tradizionale schema propagandistico tedesco, il regime fascista aveva come obiettivo quello di intrattenere, divertire e provare emozioni. L’obiettivo non era solo mettere in luce il regime.

Qui entreremmo nelle discussioni politiche con gli amanti del fascismo che comincerebbero a dire che Mussolini ha fatto solo cose buone. Direi di lasciare perdere i commenti politici e concentrarsi su quello che Cinecittà è stato ed è tuttora per il paese e cosa rappresenta per la città di Roma.

Cinecittà compie 80 anni. Volete saperne di più?

CLICCA QUI SE VUOI CONTINUA A LEGGERE E SAPERNE DI PIU’ SU CINECITTA