Cosa sono le scie chimiche? Esistono veramente?

94

Vi siete mai chiesti cosa sono le scie chimiche? Se ne sente parlare spesso ma effettivamente sono una entità oscura. Da una parte forse la paura di essere sopraffatti da qualcosa di misterioso che proviene dall’alto. Dall’altra parte l’idea di dover credere a tutti i costi a fonti che non sono convenzionali e per questo forse più suggestive. Fatto sta che da più di vent’anni va avanti, nonostante le smentite e nonostante si sia ben capita la motivazione che sta alla base di questa legenda metropolitana, la sonora bufala delle scie chimiche (chemical trails). La cosa comica è che anche fra gli scranni della politica qualcuno con questa sonora idiozia ha partecipato a costruirsi un discreto successo politico e ha trovato in qualche “boccalone” un discreto seguito.

La tesi delle scie chimiche è nata nel 1997 a seguito ad interessi economici e personali di chi mise in piedi questa legenda. In quel periodo infatti un consulente impegnato nella ricerca contro gli attacchi terroristici, tale Richard Finke, non trovò di meglio da fare che sostenere, di propria iniziativa e senza alcuna base scientifica, che quelle scie bianche rilasciate dagli aerei in volo erano composte, secondo la sua strampalata teoria, da di bromuro di etilene, una sostanza, tanto tossica da risultare letale per intere popolazioni al punto da provocarne una strage se solo si fosse deciso di agire in tal senso.

La notizia fu inviata a delle fonti giornalistiche che si occupavano di bioterrorismo. Ma dietro questa notizia c’era almeno del criterio o uno studio delle fonti? Le scie chimiche erano all’epoca presumibilmente vere o si trattava della più grande bufala giornalistica mai creata? Senza dubbio è un altro esempio di come l’informazione richiede la presenza massiccia di fact checkers…

Vuoi sapere una volta per tutte la sola ed unica verità su cosa sono le scie chimiche?

Continua a leggere…