Una kermesse regale sotto un cielo stellato, in una location da sogno, il beach longue di Villa Aragonese a Monte di Procida, ha messo in scena lo spettacolo Cuore Flegreo. Gli spazi della location mozzafiato , sono stati ideati dall’elegante genialità dell’interior designer Pietro Del Vaglio.

Pietro Del Vaglio, tra i più apprezzati designer del nostro Paese, è stato recentemente scelto dalla prestigiosissima rivista “AD – Architectural Digest” come uno dei 13 ‘poeti dell’abitare’ ovvero uno dei più importanti e vivaci creativi italiani. Proprio lui ha, in questi ultimi anni, avviato un’ampia azione di ‘ripensamento dei luoghi’ dell’area flegrea, terra in cui è nato e dalla quale è poi partita la sua avventura professionale che oggi lo porta a lavorare dagli Stati Uniti d’America all’Est europeo, da Philadelphia a Sofia, passando per Capri e Firenze.

Il beach lounge di Villa Aragonese ne è un esempio-chiave.

Un luogo nato per la ricettività e il mondo del wedding che, però, può accogliere eventi come “ CUORE FLEGREO | Danza d’Autore nella Terra del Mito “, fortemente voluto da Pietro Del Vaglio e tenutosi nei giorni scorsi in questo angolo della Campania tra i più ammirati d’Europa.Cuore Flegreo

Villa Aragonese lo scorso 26 Giugno è diventata palcoscenico d’eccezione con il battito del « Cuore Flegreo – Danza d’autore nella Terra del Mito » con la regia e la coreografia del maestro Antonio Colandrea in uno degli angoli più suggestivi dei Campi Flegrei.

Ospite d’onore della serata, la coreografa e insegnante di danza classica Alessandra Celentano, coach del programma televisivo Amici di Maria De Filippi. L’evento Cuore Flegreo ha acceso i riflettori sulle bellezze paesaggistiche di Torregaveta e Monte di Procida, paese natio del regista Antonio Colandrea. Il maestro, per questo evento, ha riunito giovani talenti di alcune scuole campane quali Spazio Danza di Annalisa Cernese, Arabesque di Annamaria Di Mio, Elite de la danza di Caterina Lupoli, L’ecole et le ballett di Manuela Garino, Ecole De La Danse di Tony Ferrante, International Ballet di Eliana Lotti, Non solo danza di Rossana Esposito e la scuola di ballo del Teatro San Carlo di Napoli.

Non solo musica e coreografie.

Sul palcoscenico a cielo aperto sono andati in scena sentimenti che tutti abbiamo provato almeno una volta. La gelosia. Il tormento. L’euforia. La gioventù. La vanità. La testardaggine. L’amore». Sono stati messi in vita i ricordi del coreografo, i cui primi passi di danza sono stati mossi ad un soffio dal mare, dalla salsedine e dai colori della rada con vista sulle isole. Sul palco anche il professionista, Giuliano Punzo, e un allievo del Teatro San Carlo di Napoli, Francesco Scotto di Perta. Live set con Isabella Mavaro (voce solista), Geppino Scamardella (chitarra e voce) e Luca Valenziano (effetti speciali). Cura le luci la Max Power Service di Giacomo Esposito, il montaggio dei video è a cura di Vincenzo Spinelli.

L’iniziativa – offerta da Villa Aragonese – è stata un vero successo ed un’ occasione per gustare la gastronomia d’eccellenza a cura degli chef di Villa Aragonese e le bontà dolci del maestro pasticciere Gaetano Mignano. In apertura la musica live dell’Ivana Muscoso Ensemble. Grande partecipazione della stampa e di fotografi che hanno immortalato con i loro scatti i meravigliosi spazi creati da Pietro Del Vaglio e i protagonisti di questa magnifica serata di pura cultura deliziata dai sapori di una cena gustosamente luculliana.