Easy Listening. Una rassegna di video. Capitolo 5

0
25

Con la nave dei pirati Morning Star (Stella del mattino), iniziamo la navigazione in un’altra rassegna di indirizzi web di video musicali e non, di argomenti svariati e magari anarcoidi, con  un tenue filo conduttore: la gradevolezza.

di  Paolo  Nicoletti

 

Easy Listeningdal nome di un famoso format radiofonico dedicato al gradevole e leggero intrattenimento. Anche in questa breve rassegna di video, vedremo cose assai diverse tra loro in illogica e psichedelica sequenza, sperando che i  contenuti  siano uno Zefiro gentile ed un ristoro per le agili menti che vorranno visionare la compilation che segue.

Alla fine dell’articolo verranno suggeriti ulteriori Url di approfondimento sugli  argomenti e personaggi che stiamo per vedere ed incontrare.

Inutile ribadire che i contenuti degli URL medesimi non vanno convertiti o copiati illegalmente etc.

Nessun filo conduttore.

Telefilms

 

Cominciamo con la storica colonna sonora della Zoo Gang, composta ed eseguita da Paul McCartney (eseguita insieme ai Wings), una famosa serie di telefilms della metà degli anni 70, proposta con successo anche dalla RAI , con un cast di attori eccezionali, tra cui il simpatico Barry Morse che ha lavorato molto in Italia, tanto da essere inserito anche nel cast di indimenticabili pellicole, tra cui una di Carlo Verdone

https://www.youtube.com/watch?v=g4EdVmJOLfo

 

La serie The Zoo Gang era destinata ad avere un clamoroso successo, eppure ne furono fatti solo sei episodi  nonostante il cast eccezionale, di cui facevano parte anche Lilli Palmer, Brian Keith e Sir John Mills. Forse il soggetto venne giudicato piuttosto scabroso: alcuni ex partigiani ed agenti segreti si mettevano insieme per perseguitare e punire coloro che, approfittando della loro potenza ed influenza nella società, non potevano essere puniti per i crimini commessi…

 

Passiamo ora a The Persuaders , che in Italia conosciamo come Attenti a Quei due.

Ogni volta che le televisioni nazionali ripropongono la famosissima serie di telefilms Attenti a quei due (con Roger Moore e Tony Curtis) ottengono sempre percentuali d’ascolto altissime: eccone la famosissima colonna sonora di John Barry, che oltre che autore delle colonne sonore dei films di 007 James Bond ed altri famosi films e telefilms era anche un bravissimo artista e musicista, dai talenti numerosi ed eclettici.

Ecco la sigla italiana https://www.youtube.com/watch?v=ONkM4qp2yJ4

 

Ecco la colonna sonora principale dei Persuaders:

https://www.youtube.com/watch?v=PIQwzWg7-1E&list=RDPIQwzWg7-1E&start_radio=1&t=7

 

Ed ecco un altro brano molto efficace e moderno della medesima colonna sonora , che viene tuttavia riproposto meno spesso:

https://www.youtube.com/watch?v=irvY8PAuueQ&list=RDPIQwzWg7-1E&index=3

Per coloro che sono avvezzi ai libri di spionaggio , sarà agevole constatare che l’atmosfera evocata da questi brani musicali è molto calzante e rispondente alla cruda verità, in cui agenti di passate missioni si ritrovano nei soliti posti ricordando i colleghi che non ci sono più (ad esempio, il mitico autore di libri di spie Jean Bruce, di cui rimane solo una sfocata foto di lui che saluta dalla scala di un aereo ad elica, o l’altrettanto famoso Gerard De Villieres, giornalista e autore dei libri del mitico SAS, scomparso in questi anni recenti mentre nei suoi libri sottolineava particolari scabrosi sui servizi segreti mondiali, compresi quelli di Putin nonché alcune attività antiterroristiche dell’FBI).

Morning Star, la nave dei pirati

 

Seguiamo la famosa nave dei pirati Morning Star, Stella del Mattino ossia il pianeta Venere che è un sicuro riferimento per i naviganti: ma Stella del Mattino indica anche Lucifero…

https://www.youtube.com/watch?v=IV5JD490ZL4&list=PLPuT1mTFNSrT1l6211dYSdeLowfT1otAB 

Per cominciare ecco il trailer di CutThroat Island, un film di avventura e di pirati del 1995 con la regia di Regia di Renny Harlin, apprezzato regista di varie pellicole di successo.

Si tratta di un film di tutto rispetto, con effetti speciali e sceneggiatura efficaci ed incisivi, eppure non ha avuto il medesimo successo dei Pirati dei Caraibi (ciclo che avrebbe avuto inizio nel 2003), tanto che sorprendentemente non ebbe un sequel pur avendo avuto significativo successo: ancora oggi, quando si vuol nominare una nave pirata, si pensa alla “Morning Star”, la Stella del Mattino, la nave dell’intrepida pirata e capitano della nave, interpretata da una efficace Geena Davis.  

 

Eccone anche un altro:

https://www.youtube.com/watch?v=7z8IARBbpzU

Ed eccone l’avventurosa colonna sonora:

https://www.youtube.com/watch?v=1Nni777i0HU&start_radio=1&list=RD1Nni777i0HU&t=3

 

Nella vita reale, Geena Davis è un artista ed imprenditrice di successo, oltre ad essere stata un indimenticata protagonista di pellicole di successo, alcune interpretate con la regia del marito Renny Harlin. Per la cronaca, oltre ad avere indiscusse abilità o skills nel tiro con l’arco, la Davis ha un quoziente intellettivo di 146 ed è anche membro del Mensa, un club internazionale di cui possono far parte soltanto coloro  il cui IQ (quoziente intellettivo) sia superiore a 98.

Quando il predetto film di pirati viene ritrasmesso in televisione, ottiene sempre un enorme successo di pubblico.

Harry Styles

 

https://www.youtube.com/watch?v=OLj8EcECKxk&list=RDOLj8EcECKxk&start_radio=1&t=6

Ecco un video che, oltre ad offrici il recente successo mondiale di Harry Styles, ossia Sign of the times, ci offre anche le liriche in sovraimpressione in lingua inglese e ci permette in certo modo di seguire meglio i contenuti di questo ottimo pezzo musicale, che è soltanto l’inizio di una lunga serie di successi a cui Styles ci abituerà in futuro.

Harry Styles, infatti, non è soltanto un cantante britannico di successo (anno di nascita 1994): è anche un componente di rilievo di gruppi musicali di fama come gli One Direction, il cui albo Up All Night è stato per un periodo considerevole in cima alle classifiche mondiali.

 

Inoltre Styles è un fortissimo autore di brani musicali, e ad esempio è stato autore nel 2014 di uno dei brani più gettonati di un album del quotato duo musicale pop Alex e Sierra (che nel 2013 ha vinto la terza stagione di The X Factor USA;il duo è stato lanciato da Simon Cowell ed i due componenti Alex Kinsey e Sierra Deaton sono stati fidanzati nella vita reale). Autore di un brano di successo di Ariana Grande (Just a little bit of your heart), Styles è anche coautore (insieme a Meghan Trainor) di Someday, brano di successo interpretao da Michael Bublè e Meghan Trainor nel 2016 (brano inserito nell albo di Bublè Nobody But Me).

      

Spritz, Turtles e Zombies

 

In questi ultimi tempi, gli spots tevisivi della pubblicità di un noto marchio di aperitivi hanno riportato in auge un famoso, anzi il più famoso brano, del complesso rock e pop dei The Turtles (gruppo nato nel 1965, in tempi in cui molti gruppi musicali si davano nomi ispirati agli animali, come i Byrds o gli Animals), le tartarughe: parliamo del famoso brano Happy Together, che qui ci gustiamo in due diversi spots:

https://www.youtube.com/watch?v=YWhv1mL1nx0 

https://www.youtube.com/watch?v=Usq9PrDPTos 

 

https://www.youtube.com/watch?v=mRCe5L1imxg&list=RDmRCe5L1imxg&start_radio=1&t=3  

Ecco invece il video originale dei Turtles, del 1967, veramente incredibile non solo per il look inconfondibilmente anni 60 dei componenti di questo complesso musicale e per gli atteggiamenti talvolta sopra le righe dei solisti, ma anche perché ancora oggi ha undici milioni di clikkaggi e si tratta di un brano di soli due minuti e mezzo: oggi potrebbe reggere almeno il doppio od il triplo del predetto tempo di esecuzione.

Altro grande brano dei Turtles è stato Elenore, che qui possiamo apprezzare in versione with lyrics, da cui possiamo meglio capire i contenuti molto anni 60

https://www.youtube.com/watch?v=codr1x1KtpM&start_radio=1&list=RDcodr1x1KtpM&t=22

 

Qualcuno ora dirà: ma io questa canzone l’ho già sentita: infatti l’inossidabile Gianni Morandi ne ha cantato una famosissima versione italiana, Scende la pioggia, che viene qui riproposta in una versione live del 2012 in efficace ed incisivo duetto con Adriano Celentano. 

https://www.youtube.com/watch?v=ZqLxZCy2B6M&list=RDZqLxZCy2B6M&start_radio=1&t=3

Chissà perché quando si parla dei Turtles , a qualcuno  vengono subito in mente anche gli emblematici  Zombies.

Così, ecco gli Zombies:

https://www.youtube.com/watch?v=vL1fQohd8i4&start_radio=1&list=RDvL1fQohd8i4&t=51

 

Un gruppo emblematico dei loro tempi, in un piacevole brano di qualità, molto crudo eppure piacevolmente sentimentale, She’ s not there, nella versione with lyrics, ossia con le parole in inglese, che comunque permettono di seguire meglio i contenuti (talvolta piuttosto onirici e deliranti) del brano, mentre per chi volesse proprio vedere gli Zombies in persona, ecco una efficace versione del video musicale in bianco e nero

https://www.youtube.com/watch?v=_2hXBf1DakE&start_radio=1&list=RD_2hXBf1DakE&t=4

 

Oggi non molti li ricordano, ma ci sono stati tempi in cui ripetutamente gli Zombies hanno conquistato le vette delle classifiche discografiche inglesi ed americane, raggiungendo a volte anche i livelli di classifica dei Beatles, Beach Boys e dei Tremeloes.

 

Militaria

Per gli appassionati di films di guerra, ecco il video seguente: https://www.youtube.com/watch?v=g1awwAgU_t8

Una famosa scena di The Devil’s Brigade, la Brigata del Diavolo, una brigata composta in parte di ex carcerati e canaglie di ogni genere, il cui capo (interpretato da un sobrio William Holden) era appunto chiamato Il Diavolo.

Alcuni smaliziati spettatori talvolta si accorgono che non tutti i soldati della scena vanno perfettamente a tempo, ma questo delicato dettaglio nulla toglie all’efficacia della scena, inserita in un film di tutto rispetto del 1968 diretto dal regista Andrew V. McLaglen.

 

Altri ricorderanno che nello stesso periodo (1967) era uscito il ben più famoso film Quella sporca dozzina (The Dirty Dozen), diretto da Robert Aldrich, la cui trama presenta parecchi punti di contatto e risvolti analoghi a quanto riscontrabile in The Devil’s Brigade.

Ecco il trailer di The Dirty Dozen: https://www.youtube.com/watch?v=ff1V6ywnWcY, in cui vediamo tra l’altro Telly Savalas (che noi conosciamo come il Tenete Kojak) che qui interpreta la parte di un bieco criminale, insieme ad un cast stellare di attori incredibili.

URL di video ed indirizzi web di approfondimento:

 

https://www.youtube.com/watch?v=1Nni777i0HU&list=RD1Nni777i0HU&t=4 per ascoltare alcuni brani della colonna sonora di tutto rispetto, di John Debney, del citato film del 1995 “CutThroat Island”.

 

https://www.youtube.com/watch?v=XTpthSzq054  per un efficace commento del film di Corsari con Geena Davis, con le vicissitudini finanziarie della produzione del film, in cui Alberto Farina ci ricorda che Matthew Modine è stato un bravo spadaccino anche nella realtà.

 

https://www.youtube.com/watch?v=xUwDrtXU8wc per chi volesse sapere qualcosa degli sviluppi della carriere di Geena Davis, che in qualunque campo abbia ad avventurarsi dimostra sempre di essere una valorosa professionista.

 

https://it.wikipedia.org/wiki/Geena_Davis per un conciso ma completo elenco dei film e dei traguardi delle varie carriere di Geena Davis.

 

https://it.wikipedia.org/wiki/Harry_Styles per chi volesse ulteriori notizie su Harry Styles e la sua eccezionale carriera, probabilmente influenzata dal divorzio dei genitori di Styles, avvenuto quando l’artista aveva solo sette anni.

 

https://www.youtube.com/watch?v=qN4ooNx77u0&list=RDqN4ooNx77u0&start_radio=1&t=4 per  vedere invece l’eccezionale e salvifico video di Sign Of Times, cliccato da più di 400 milioni di persone.

 

https://it.wikipedia.org/wiki/The_Turtles per notizie sui Turtles e sui vari scioglimenti e ricomposizioni del loro gruppo musicale, nonché sui rapporti di Volman e Kaylan con altre bands.

 

https://it.wikipedia.org/wiki/The_Zombies, voce di wiki sugli Zombies, gruppo rock e pop inglese di St Albans ed esponenti di quella che un tempo era conosciuta come la British Invasion.

 

https://it.wikipedia.org/wiki/Zoo_Gang  voce wiki su Zoo Gang il brano.