Ecotassa contro la pioggia. Il Governo diventa verde

46

Arriva in Italia la Ecotassa contro la pioggia, detta anche ecobonus. Chiamiamola come si vuole, ma sembra che il tira e molla fra Lega e 5 stelle abbia trovato il punto d’incontro.

Tolta la tassa dalle utilitarie (panda) che resta solo per le auto più grosse (suv o sportive) identificato come Malus. Chi, invece, vorrà essere virtuoso con l’ambiente e deciderà di acquistare un’auto a basso CO2 avrà dei bonus che potranno arrivare fino alla cifra di 6000 euro.

Ecco dunque svelata la volontà di questo governo. Ovvero quella di volerci indirizzare verso il rispetto dell’ambiente, per migliorare l’aria nelle nostre città senza dover subire i sempre più frequenti blocchi del traffico per “colpa” del bel tempo…

Ma in che cosa consiste questa Ecotassa contro la pioggia?

Quante volte negli ultimi anni ci sentiamo dire che a causa del prolungarsi del bel tempo sono aumentate le polveri sottili e ci viene imposto il blocco degli autoveicoli nelle nostre città.Non possiamo pensare che la soluzione alle nostre cattive abitudini sia la pioggia.Ecco dunque l’intenzione con questa “Ecotassa” di orientarci all’acquisto di auto meno inquinanti per il nostro bene. E’ arrivato l’accordo che prevede penalizzazioni (malus) solo per SUV e auto di lusso, e incentivi (bonus) per l’acquisto di auto a basso co2.Un piccolo passo avanti aspettando che le nostre infrastrutture (colonnine) ci diano una mano, e le case automobilistiche abbassino i prezzi…