Io prima di me

I sogni tirali fuori perché nel cassetto appassiscono presto.

179
Io prima di me

Fantastico pensare, fantastico rinominare momenti, stati d’animo e sensazioni.

Facile pensare in grande, meno costruire ma in fondo le soddisfazioni e i successi più grandi, sono grandezze direttamente proporzionali alla dedizione e all’impegno, affinché possa realizzarsi tutto ciò che vorremmo vedere e provare concretamente.

I SOGNI TIRALI FUORI, NEL CASSETTO APPASSISCONO PRESTO.

Ambizioni, sogni, desideri…tutti elementi a cui non potremmo fare a meno. Tutti ne abbiamo almeno uno, se pur può sembrare assurdo chiedilo all’inconscio può spiegarti e magari anche sorprenderti !

Vivi come se dovessi vivere un’eternità e realizzati come se dovessi morire domani.

Costruisciti e magari se non sei soddisfatta reinventati da zero, resettati e rincomincia: li fuori c’è un mondo, dentro te deve esserci vita. Progetta e realizza la tua figura, esaudisci qualunque cosa possa farti sentire bene: in pace con te stessa, in pace con il celo, con il mare, in pace con il mondo.

Non aver paura del giudizio di un perfetto sconosciuto: magari quel giudizio potrebbe essere una critica non costruttiva ma sta a te come prenderla, come capirla, come parafrasarla. Ti da fastidio? Rendila come un punto di forza, valorizzala!

Non nasconderti.

I DIFETTI VANNO VALORIZZATI NON ELIMINATI.

Lavora su di te ma prima di tutto lavora nell’anima,ricorda: la bellezza è lo specchio dell’anima, non esiste assolutamente un prototipo di bellezza assoluta.

CIELO E ACQUA, UN ORIZZONTE.

VENTO E FUOCO, UNA PASSIONE.

ANIMA E CORPO, UNA VITA.

STELLE E CELO, UNA COSTELLAZIONE.

IO E ME, UN AMORE.

—- —- —-

Io prima di me – Di Gioia