Le app più scaricate e utilizzate su smartphone

38

Trovare al giorno d’oggi qualcosa che non si possa fare con lo smartphone sta diventando impossibile. Questi strumenti che nemmeno troppi anni fa venivano utilizzati esclusivamente per telefonare, inviare messaggi e, al massimo, scattare fotografie sono diventati oramai imprescindibili e preziosi per una lunga serie di attività. Con il progresso dell’innovazione tecnologica, che viaggia veramente ad alta velocità, ogni giorno vengono sviluppati nuovi sistemi e applicazioni che consentono di fare qualunque cosa.

Non esiste praticamente più un solo ambito della vita che non coinvolga l’uso di uno smartphone, diventato ormai estensione delle nostre mani. Dalla messaggistica privata alla gestione del profilo pubblico, dall’intrattenimento alla lettura, dal controllo dei conti correnti alle ordinazioni a domicilio, dalle riunioni lavorative allo streaming: tutto possiede un’applicazione e tutto è in pratica a portata di click. Ovviamente esiste una selezione di app più usate e una classifica che è abbastanza comune in tutto il mondo e che vogliamo proporvi, concentrandoci in particolar modo sulle categorie più rilevanti.

Le app di social network più scaricate

Lo facciamo partendo dai social, che sono diventati un must negli smartphone di mezzo mondo. E’ infatti molto difficile, anche se non del tutto impossibile, trovare anche una sola persona che non abbia sul proprio cellulare almeno un’applicazione dedicata a un social network.

La classifica, in questo particolare contesto, è cambiata molto rapidamente negli ultimi anni, anche grazie al massiccio utilizzo degli smartphone da parte della cosiddetta generazione Z. Se fino a pochissimo tempo fa era infatti Facebook a farla da padrone, oggi è invece Tik Tok il social più utilizzato. Dietro troviamo Instagram, scaricato per lo più dalla fascia di età compresa tra i 18 e i 30 anni, e immediatamente dopo Facebook, appunto, sempre più appannaggio di chi ha superato gli “enta” e prediletto dalla cosiddetta generazione boomer, quella di chi era già nata quando non esistevano gli smartphone e neppure i telefoni cellulari di vecchia generazione. Perde sempre più importanza Twitter, soprattutto fuori dagli Stati Uniti, dove viene usato in particolar modo da giornalisti e politici e da chi ha interesse a seguirli o criticarli.

app più scaricate

Le app di intrattenimento più utilizzate

Tra le applicazioni più scaricate per quanto riguarda invece la categoria del gioco ci sono gli evergreen Candy Crush e Pokémon Unite, che da diversi anni sono ormai imprescindibili negli smartphone Android di mezzo mondo. Grande successo hanno riscosso negli ultimi tempi anche giochi di nicchia come gli scacchi, con il boom dei download registrato dall’app chess.com, e passatempi come le carte o le slot grazie a piattaforme come PokerStars Casino, che spesso non richiedono neppure l’installazione di applicazioni specifiche, ma sono fruibili attraverso le piattaforme online dedicate, accedendo quindi direttamente al sito.

Ma l’intrattenimento non si limita soltanto al gaming ed è per questo che anche i colossi dello streaming hanno gradualmente sviluppato le loro applicazioni. Da Netflix a Prime Video, da NOW TV a Rai Play, passando per Apple TV e Disney+, non esiste piattaforma streaming che non abbia un’app dedicata e, oramai, anche guardare film, serie tv o partite di qualunque sport è possibile semplicemente con un click sul proprio smartphone, ovunque ci si trovi. Stessa cosa vale per la lettura, gli audiolibri e la musica: Kindle, Audible, Spotify e potremmo continuare quasi all’infinito.

Le app di messaggistica più amate

Ultimo, ma non meno importante, è il paragrafo che abbiamo deciso di dedicare a un altro aspetto cruciale della vita quotidiana, quello legato alla messaggistica. Un tempo bastavano i semplici sms, diventati oggi talmente inutili da essere praticamente regalati in versione illimitata da tutte le compagnie telefoniche; oggi, a farla da padrone, sono appunto le applicazioni.

A primeggiare tra le più scaricate è ancora WhatsApp, appartenente al gruppo Meta di Zuckerberg, seguita dal diretto rivale Telegram, preferito da molti soprattutto per la maggiore sicurezza e attenzione alla privacy. Ha perso con il tempo interesse Messenger, forse perché sempre concepito in relazione a Facebook, sebbene rimanga ancora nella top ten delle app più scaricate in assoluto, non solo per la categoria della messaggistica. Concludiamo questo articolo menzionando inoltre gli ultimi due anni, che hanno visto emergere in maniera importante programmi dedicati alle videoconferenze; a contendersi il primato ci sono, su tutti, Zoom e Meet di Google.