Le novità di Facebook ci danneggeranno. I 6 motivi

I nuovi algoritmi rilasciati dal colosso di Mark Zuckerberg danneggeranno un po' tutti. Vediamo perché.

176

Le novità di Facebook ci danneggeranno. Volete saper perché?

Facebook è uno dei pochi esempi di portali che sul web hanno ancora successo a 13 anni di distanza dalla sua nascita. Dato che Internet brucia tutto in fretta. Il successo costante lo si deve alle continue novità apportate al sito.

Sebbene non sia mancato qualche calo di interazioni, prontamente corretto dagli sviluppatori introducendo la novità dei “ricordi”. Ma ora l’ultima novità introdotta da Facebook ci danneggerà per i seguenti sei motivi.

Marck Zuckerberg ha comunicato che Facebook introdurrà dei nuovi algoritmi. In che cosa consistono?

L’obiettivo principale è quello di dare evidenza principalmente ai posti di amici e familiari piuttosto che alle news e ai comunicati aziendali.

Si ritorna quindi, a mio avviso, alle origini di Facebook. Ricordiamo, infatti, che l’obiettivo principale di Facebook era di creare delle community tra amici e conoscenti.

Ma perché queste novità di Facebook ci danneggeranno?

In realtà i primi ad essere danneggiati saranno le piccole aziende e le associazioni. Perché diciamo questo? Sostanzialmente significa che per avere visibilità su Facebook le aziende dovranno pagare di più. I post promozionali saranno quindi accessibili ai grandi colossi e molto meno alle piccole realtà. Un’altro duro colpo alle piccole medie imprese che è ormai una costante nell’era della globalizzazione e dell’e-commerce.

Dare risalto ai post degli amici è davvero positivo?

Non abbiamo forse la voglia e la necessità di vedere anche qualcosa di diverso da ciò che viene pubblicato e comunicato dal nostro entourage? Non avete voglia di allargare la vostra mente? Vi collegate veramente su Facebook solo per farvi i “cazzi” dei vostri amici e parenti? Io credo di no. Facebook è un momento di svago e quindi credo che questa decisione di Facebook ci danneggerà.

Volete sapere tutti i dettagli relativi al perché le novità di Facebook ci danneggeranno?

CONTINUA A LEGGERE