Spirulina marcus rohrer controindicazioni

Speciale microalga dall’elevato potere nutritivo e antiossidante.

641

Nota per le sue incredibili proprietà nutrizionali e fitoterapiche, la Spirulina marcus rohrer è un integratore alimentare che contiene l’alga pura al 100%. Si tratta di un’alga azzurra commestibile caratterizzata da un forma stretta e allungata, prodotta presso un’acquacoltura hawaiana e quindi di qualità elevata.

Ricca di proteine, vitamine (B, E e H), minerali e lipidi e amminoacidi essenziali è un integratore naturale particolarmente efficace per rafforzare il sistema immunitario, è un energizzante e un tonificante eccellente, riduce l’assorbimento dei grassi e aiuta a dimagrire e ha anche proprietà antinfiammatorie, antivirali ed antimicrobiche. Tuttavia, anche questa sostanza naturale può avere delle controindicazioni, anche se molto lievi, che dipendono però da come si utilizza. Ecco la spirulina marcus rohrer e le controindicazioni <– Puoi approfondire anche cliccando sul link a fianco.

Controindicazioni della spirulina marcus rohrer

Riguardo alla Spirulina marcus rohrer le controindicazioni si manifestano quando si cerca di utilizzare l’alga spirulina ai fini di disintossicazione e nel caso specifico quando si tenta di eliminare le sostanze negative presenti nel nostro corpo, come ad esempio metalli o altre sostanze tossiche che sono entrate nell’organismo.

La Spirulina marcus rohrer è sconsigliata anche ai soggetti affetti da problemi alla tiroide. Questi ultimi quindi, farebbero bene ad evitare l’uso di questo prodotto o comunque a ridurne drasticamente le dosi. Se assunta in dosi eccessive l’alga spirulina può essere addirittura causa di ipertiroidismo. Per quanto riguarda invece le patologie autoimmuni, chi ne soffre deve prestare molta attenzione ad utilizzare questa sostanza in quanto incrementa la produzione di cellule del sistema immunitario e creare una sorta di pericoloso squilibrio, che potrebbe causare più danni di quanto si possa immaginare.

E’ anche importante sottolineare che una cura omeopatica a base di alga spirulina non va protratta oltre i 120 giorni e che non bisogna mai considerare l’integratore un sostituto del pasto. Chi ne fa un uso eccessivo potrebbe assistere alla manifestazione di effetti collaterali come nausea, vomito e talvolta anche febbre. Per evitare conseguenze spiacevoli è quindi sempre opportuno seguire le dosi indicate e in caso di incertezze o dubbi rivolgersi al medico per avere delucidazioni in materia. Solo il medico curante è in grado di valutare la presenza di eventuali incompatibilità tra integratori di alga spirulina e la salute della persona.