Un piroscafo alimentato dalla menzogna che viaggia contro vento – prossimo all’affondo.

Un piroscafo alimentato dalla menzogna che viaggia contro vento – prossimo all’affondo. E’ sufficiente tuffarsi nella storia per rilevare che il nostro paese è sempre stato vittima di Galli e Galletti.

Personaggi che hanno approfittato non soltanto di disinformare le masse per confondere, ma anche dell’immaturità di un popolo che non riesce a crescere. Inconsapevolmente, quindi, gli italiani festeggiano in allegria la pseudo unità di uno Stivale lacero, suddiviso in ventuno Stati Regione con costumi e civiltà diverse. Regioni condite da continui scandali e corruzioni impunite, per sostenere ingiustamente il Partito dell’ideologia originale di appartenenza inculcata sin dalla nascita. In realtà siamo tutti divisi da una infinità di preconcetti Politici e Religiosi, studiati per sottostare ad interessi ben diversi dagli insegnamenti di amore e fratellanza nell’appartenere ad un Popolo Unito e sano costellato da approfittatori arrampicati nelle poltrone di comando per soddisfare i propri interessi.

Un interessante articolo del dott. Richard J. Boylan, noto psicologo statunitense, descrive il Potere dei “Governi Ombra Mondiali” formati da Facoltosi Circoli Privati che dispongono di grandi Capitali, controllano le materie prime, le Banche e Governano le Economie Planetarie.

Sono suddivisi in tre principali gruppi: Occidente, Medio ed Estremo Oriente e Lega Araba. Tutti sono guidati concettualmente da ideologie Religiose di contrasto per assicurarsi anche il controllo delle anime, sviscerandone strutture e ramificazioni che operano dietro le quinte dei Governi ufficiali nazionali ed internazionali.

Una sorta di Poteri paralleli di autorità superiori che operano nell’ombra. Capaci di aprire e chiudere i rubinetti, decidere vita e morte di popoli e Nazioni. I quali servendosi di collaboratori locali posizionati in punti di comando, riescono a guidare e convincere le masse di appartenere a popoli sovrani con libertà di scelta della propria vita e dei propri rappresentanti Nazionali.

Nella realtà, invece, le scelte sono condizionate da nominativi imposti e facenti parte di una rete mondiale ben organizzata capace di confondere abilmente la verità.

Questa é una delle tante realtà che avevano spinto l’Europa ad unirsi sotto ad un unico comando per poter contare con “L’Unione Europea”, ma l’uomo é paragonabile ad un gelato multi colore offuscato da ideologie Politiche e Religiose di cui man mano che si scioglie perde l’entusiasmo unitario e procede con l’egoismo personale.

L’esperienza mi preclude di appartenere a particolari tendenze politiche. Sono, infatti, fermamente convinto che il successo di uno Stato non dipenda dall’ideologia Politica o Religiosa di destra, centro o di sinistra. Solo la coscienza e la lealtà della prima Donna possono guidare con capacità ed onestà la Nazione. Servendosi della collaborazione dei propri cittadini e dei mezzi di informazione onesti.

Purtroppo, l’Italia è paragonabile ad una nave che viaggia da sempre contro vento, mantenendosi a metà fra il galleggiamento e l’affondo, con centinaia di Comandanti che mirano ai propri interessi.

Gli anni del Boom non erano nostri, come non sono nostri tutti i meriti artistici e culturali prima e dopo il Rinascimento, ma la nostra salvezza e fortuna di avere personaggi come gli Aga Khan, gli Agnelli, i Kennedy, Gheddafi, le tante fabbriche Nazionali e straniere poi spostate altrove, oltre a tantissimi altri imprenditori che in seguito alle losche Politiche Nazionali, sono fuggiti lasciando desolazione e suicidi.

Fra i capolavori che determinano la volontà ad eliminare l’obbrobrio Nazionale da non dimenticare, fu l’eliminazione del Presidente Moro il quale benché disponesse di un esercito di guardie del corpo, fu prelevato vivo con una operazione studiata che coinvolgeva l’abilità militare di personale altamente preparato, tipico del potente esercito dell’ ISIS creato e sostenuto da molte Nazioni per mettere ordine nel mondo, benché le informazioni contrastanti.

Un altro esempio più recente.

L’estromissione del Presidente Berlusconi nel pieno corso del suo mandato, il quale incominciava a puntare i piedi contro dettami imposti dall’esterno e fu immediatamente messo da parte, sostituito da prestatori d’opera paragonabili a ruote di scorta incoerenti e ben pagati per eseguire ordini certamente non provenienti dalla volontà del Popolo, di cui Napoletano, Monti, Letta, Renzi, ed il prossimo Superman, senza alcuna opposizione dei Governi di opposizione popolare di cui i Sindacati, le Cosche Mafiose, l’Unità Nazionale, il Vaticano, tutti falsamente impostati per difendere gli interessi della Nazione.

Mi duole affermare che l’accavallarsi di anni di libertà Politiche passive senza freno, rappresentano una chiara dimostrazione di un popolo che non intende avvalersi dei mezzi in opposizione ai gravi
errori delle Politiche Industriali, Sociali ed economiche, senza un minimo di Nazionalismo di unità Nazionale per la salvezza del Paese.

Il lavoro non mancherebbe. Progetti Economici innovativi darebbero impiego a migliaia di giovani salvando gli attuali sprechi di vecchia impostazione tecnologica e Politica.

*************************************

Commento di Franca Oberti.

Mi conforta quanto affermi perché è lo stesso pensiero mio, ma mi commuovo leggendo le tue ultime righe e mi sento travolgere dall’impotenza.
Non c’è dubbio che sotto la falce di sorella Morte ci andranno anche quei quattro scagnozzi di cui parli (purtroppo sono ben più di 4), ma noi che vediamo così lontano, cosa possiamo fare?

Ieri sera avevo organizzato una riunione pubblica per tentare di formare una lista civica, totalmente apartitica e priva (almeno per me) di interessi privati.

Sono una donna e continuo a pensare, come del resto pensi tu, che il genere femminile sia il più adatto a “mettere pace”. L’unico capace ad amministrare un luogo pubblico come sa fare con una casa. L’emulazione mi terrorizza e quindi rifuggo dalle tante Femen e Femministe di mia memoria. Ho fatto delle scelte nella vita che hanno massacrato le mie ambizioni di carriera, ma ora vedo il prodotto e mi sento felice.

La mia azione è guardata con sospetto, mi chiedono perché lo faccio, mi fanno domande piccole per cose futili…. solo io e pochi altri riusciamo a vedere oltre il dito puntato… Sono demoralizzata, ma mi chiedo se è giusto cedere ancora.

Non avrò nessuna possibilità di vittoria, ma un sogno, un pensiero e progetto positivo, non lo voglio affossare sul nascere.

Rimane ancora quel pizzico di orgoglio che mi imporrebbe di ritirarmi, di fare la preziosa, fregandomene degli altri… che fare?
Come ti capisco! Come ti approvo in quello che diffondi! Grazie, grazie ancora.
Franca”


Un piroscafo alimentato dalla menzogna che viaggia contro vento – prossimo all’affondo.