Nessuno.
Rifugge
la violenza Del tempo
che si abbatte come ferro,
sulle schiene nude.
Bruciando
nelle gole arse
l’ultimo sospiro,
di un petto acerbo.

Bartolo Angelica Dacia