Alimentazione scorretta: 11 errori disastrosi ed i danni conseguenti

Possiamo di certo affermare che l’alimentazione scorretta e, in genere, il regime alimentare dei Paesi occidentali, è un vero e proprio killer per la nostra salute.

0
32

Proviamo ad analizzare gli 11 aspetti disastrosi del nostro modo di nutrirci ed i danni causati da un’alimentazione scorretta.

Possiamo di certo affermare che l’alimentazione scorretta e, in genere, il regime alimentare dei Paesi occidentali, è un vero e proprio killer per la nostra salute.
Per migliaia di anni l’uomo si è evoluto grazie ad un’alimentazione a base di vegetali; il modo attuale di nutrirci si è sviluppato solo negli ultimi decenni, e non è stata di sicuro un’evoluzione positiva. Gli esseri umani non sono geneticamente programmati per essere inondati di cibo, soprattutto di quello che troviamo nei supermercati.

Le 11 cattive abitudini di un’alimentazione scorretta

  1. Cibo in eccesso.
  2. Scarsa varietà.
  3. Crescita del consumo di grassi saturi (non salutari): burro, margarina, strutto, carni grasse, frattaglie, fritture, insaccati, latte intero, formaggi grassi, bevande del tipo cola e succhi di frutta di origine industriale.
  4. Crescita del consumo di cereali raffinati.
  5. Notevole incremento del consumo di zucchero raffinato, quindi di calorie ingerite.
  6. Calo nell’assunzione di frutta e verdura.
  7. Calo del consumo di carne magra e pesce.
  8. Diminuito apporto di sostanze antiossidanti e di calcio (specialmente da alimenti integrali).
  9. Diminuito apporto di cibi integrali, che a sua volta riduce l’assunzione di fitonutrienti e fibre.
  10. Rapporto squilibrato tra acidi grassi Omega 6 e Omega 3, fattore che associa lo sviluppo di diverse malattie croniche.
  11. Minore dispendio calorico: non si fa abbastanza movimento.

Tumori

La maggior parte degli esperti sono concordi nell’affermare che almeno il 35% dei tumori nei Paesi industrializzati è legato all’alimentazione; alcuni sostengono che questa percentuale arrivi anche a superare il 70%. Sappiamo, comunque, che, per esempio, chi consuma grandi quantità di frutta e verdura ha una probabilità del 50% inferiore di sviluppare un cancro rispetto a chi non ne assume a sufficienza.

Vuoi saperne di più sui danni causati da una alimentazione inadeguata?

CONTINUA A LEGGERE…