Mirtillo nero: una miniera di antiossidanti dalle incredibili proprietà

0
34

Scopriamo le straordinarie proprietà ed i benefìci che apporta al nostro organismo il mirtillo nero, i consigli per acquistarlo, come si conserva, come si utilizza e le controindicazioni.

Il mirtillo nero è un Superfood davvero prezioso: pochi alimenti sono così ricchi di proprietà e benefìci per la salute come questo frutto. I mirtilli sono di piccole dimensioni, ma apportano grandi princìpi nutritivi; tra l’altro, contengono un numero di antiossidanti che difficilmente si rintracciano in qualsiasi altro frutto od ortaggio.

Greci e Romani non coltivavano questa pianta, ma ne raccoglievano i frutti nei boschi dove cresceva spontanea. Nel Medioevo se ne iniziò la coltivazione per ottenere le proprietà antisettiche e diuretiche ricavate dalle tisane preparate con le sue foglie. E già dal Rinascimento era utilizzato per le qualità medicinali benefiche per la circolazione del sangue.

La pianta ed il frutto

Esistono all’incirca 140 specie di mirtilli, ma quelle più conosciute sono tre. Il nero, il blu ed il rosso. Il nero è quello più ricco di proprietà salutari.
Il mirtillo nero è una pianta tipica perenne, di origine europea, che cresce in modo spontaneo nei boschi su un arbusto alto 30-60 cm, specie nelle zone montane fino a 2.000 mt di altitudine. In Italia lo troviamo nelle zone alpine ed appenniniche fino all’Abruzzo.

Il suo nome scientifico è Vaccinium myrtillus, appartiene alla Famiglia delle Ericacee ed è classificato tra i frutti di bosco.
Richiede molta luce e caldo, ma resiste bene al freddo. Il terreno adatto è fresco, acido e ricco di sostanza organica.
Non è da confondere con il mirtillo americano gigante, coltivato diffusamente in molte parti del mondo, che è alto fino a 2-3 mt, le cui bacche (frutti) sono più grandi.

Le bacche del mirtillo nero, di colore scuro violaceo, sono ricche di succo, hanno un diametro di 8-10 mm e crescono in piccoli gruppi dopo la fioritura di primavera. Tra luglio ed agosto avviene la fruttificazione.
Le foglie, caduche, sono verdi con i bordi seghettati, e diventano di colore rosso scuro nel periodo autunnale.
Rispetto ai mirtilli rossi e blu (quest’ultimo si trova poco in Italia), i mirtilli neri hanno un sapore più dolce e gustoso, e sono più rinfrescanti ed aromatiche.

Vuoi saperne di più sul mirtillo nero e sulle sue incredibili proprietà nutritive?

CONTINUA A LEGGERE…