Arte culinaria italiana, storia della gastronomia negli anni Ottanta

0
51

Negli anni Ottanta l’ arte culinaria italiana si evolve rispetto agli anni precedenti e cresce l’attenzione per il benessere individuale inteso come cura del corpo e sana alimentazione.

L’Arte culinaria italiana e l’edonismo reaganiano.

Sono gli anni del cosiddetto “edonismo reaganiano”, riferito all’attore Ronald Reagan, Presidente degli Stati Uniti d’America dal 1981 al 1989.
Negli anni Ottanta diventano sempre più popolari, anche nella classe media, diete e palestre, ed il cibo, oltre che necessità vitale, diviene anche motivo di piacere.

Nella ristorazione si inizia ad usare la rucola, e le sue foglioline aromatiche sono sempre più presenti nelle insalate miste e, insieme con le scaglie di grana, nei carpacci di carne magra o sulla bresaola.

La ruchetta ritorna poi, sotto forma di pesto, come condimento fresco di primi piatti di pasta, ma anche nei fantasiosi ripieni di piatti più “lussuosi” come il risotto allo Champagne o i vol-au-vent.

CONTINUA