Blue Whale Challenge: cos’è il gioco che sta uccidendo molti ragazzi

168

Blue Whale Challenge, l’ultima follia che corre sul web. Stanley Kubrick, il genio del Cinema americano ci aveva visto lungo. Con Arancia meccanica, del 1971, aveva previsto un futuro nel quale i giovani fossero paranoici ed annoiati, al punto da scatenare il proprio malessere violentemente contro gli altri. Mentre la società sembrava chiusa in una campana di vetro, bacchettona e narcisista, ma al contempo incapace di rimettere i giovani sulla buona strada.

Quello che però Arancia meccanica non ha previsto è l’autolesionismo incalzante tra i giovani ormai da anni. L’età media dei casi di suicidio si sta abbassando, coinvolgendo sempre più minorenni incapaci di affrontare le difficoltà del quotidiano, scegliendo il gesto estremo come unica soluzione più semplice e risolutiva possibile. La loro debolezza emotiva va ricercata nella perdita di punti di riferimento, valori in cui credere, rifugi su cui contare (in primis la famiglia, dissoltasi a colpi di convivenze e divorzi).

CONTINUA A LEGGERE