Come curare le mani screpolate?

22

L’inverno é nel suo pieno e sicuramente tra una pista da sci e l’altra vi sarete chiesti qual’é il metodo migliore per curare le mani screpolate.

Uno dei rimedi naturali che suggeriamo si basa sull’utilizzo del burro di karité. Esso è, infatti, ricco di acidi grassi essenziali e di vitamine A, D, E ed F.

E’ facilmente assorbibile dalla pelle e ha proprietà idratanti, nutrienti e tonificanti in quanto nutre a fondo l’epidermide e stimola la produzione di collagene ed elastina.

Risulta essere la cura ideale per pelli e capelli sciupati, protegge dalle aggressioni del freddo ed è molto utile per la cura di mani e labbra screpolate e per massaggiare la pelle dei bambini piccoli.

L’olio di mandorle dolci è uno degli oli più utilizzati come base per cosmetici naturali (saponi, creme, latte per il coro, balsami,..) in quanto risulta essere adatto a tutti i tipi di pelle.

Ricco di vitamina A ed E, ha proprietà emollienti, nutrienti ed idratanti.

E’ molto utile in caso di pelli sensibili, secche ed irritate.

Data la sua delicatezza viene impiegato anche per la cura delle pelli delicatissime dei bambini e dei neonati.

E’ nota anche la sua proprietà di struccante naturale.

L’olio di ricino è ricchissimo di vitamina E, è nutriente, emolliente protettivo e rigenerante.

E’ utilizzato principalmente come nutriente in quanto riduce sensibilmente la disidratazione di pelle e capelli.

Ha una buona affinità con la cheratina e per questo motivo è utilizzato largamente nella preparazione dei cosmetici naturali quali possono essere balsami, shampoo, creme, maschere e lozioni.

Utilizzato su capelli secchi, sfibrati e spezzati, è in grado di rinforzare, ristrutturare e ammorbidire l’intera chioma e prevenire e curare la formazione delle fastidiose doppie punte.

L’olio essenziale di limone trova una larga applicazione nel campo della cosmesi.

E’ utilizzato, infatti, per il suo effetto tonico, astringente, detossinante e lenitivo, per il suo fresco profumo e per le sue capacità antibatteriche che lo rendono un ingrediente ideale per la realizzazione di deodoranti.

E’ bene sapere che l’olio essenziale di limone è fotosensibilizzante.

L’olio essenziale di rosa ha proprietà rigeneranti, astringenti e lenitive; è utilissimo per sbiadire le smagliature e combattere la loro formazione.

L’olio essenziale di arancio dolce è utilissimo per le pelli impure e acneiche; è indicato contro cellulite e ritenzione idrica.

L’estratto di semi di pompelmo (GSE) ha proprietà disinfettanti e antimicotiche; le sue proprietà antibatteriche fanno si che sia molto utilizzato per la conservazione dei cosmetici naturali.

La crema ricavata utilizzando questi ingredienti è in grado di idratare in profondità e contribuisce alla cicatrizzazione della pelle delle mani.

Gli oli essenziali svolgono un’azione rigenerante e cicatrizzante.

Preparazione della crema intensiva per curare le mani screpolate

-40 g di burro di karité grezzo

-25 g di olio di mandorle dolci

-10 g di olio di ricino

-15 gocce di olio essenziale di limone

-10 gocce di olio essenziale di rosa

-10 gocce di olio essenziale di arancio dolce

-2 gocce di estratto di semi di pompelmo

Preparazione della crema intensiva per curare le mani screpolate

In una ciotola di vetro ben pulita, unire il burro di karité e gli oli vegetali.

Con una spatolina di legno, amalgamare bene schiacciando il contenuto contro le pareti della ciotola.

Quando ha iniziato ad amalgamarsi, continuare a mescolare con una piccola frusta fino ad ottenere un composto omogeneo.

Unire l’estratto di semi di pompelmo e gli oli essenziali.

Trasferire la crema ottenuta in un vasetto di vetro dotato di chiusura ermetica precedentemente sterilizzato.

Applicarne una piccola quantità sulle mani più volte al giorno, secondo la propria necessità.

Alla sera, per una cura intensiva, nutriente e riparatrice, applicarne una quantità maggiore ed indossare dei guanti di cotone per tutta la notte al fine di sfruttare al massimo i suoi principi attivi.

Conservazione della crema intensiva per curare le mani screpolate

Correttamente conservata, al riparo da fonti dirette di luce e di calore, questa crema si conserva anche fino ad un anno dopo la sua preparazione, a condizione che gli ingredienti utilizzati siano freschi.

A questo punto non c’é più nulla da dire. Non chiedetevi mai più come curare le mani screpolate. Seguite questi consigli e vedrete che non ci sarà screpolatura che tenga.