Fame di amore

77

Fame di amore…

E’ il suo compleanno e Carla stasera è uscita dal suo eremo. Ha ritirato delle analisi bestiali: il suo corpo ogni tanto protesta, chiede attenzioni, ma la Roby è contagiosa, come fai a dirle di no.

Sul blocco notes i personaggi le vengono sempre incontro nei momenti incredibili. A Torrice, un paesino in Ciociaria non si trovano più i succhi di frutta all’ananas, da quando una scultrice forestiera ha reso noto che l’ananas rende più dolce lo sperma e il liquido vaginale. Notizie da luci rosse per il paesino. Stefano l’ascolta. Ormai lo sa che accanto a Carla succedono sempre cose stravaganti.

…Ero entrata nel bar volevo un succo di ananas e ops … senti che mi narrano.

Intanto arriva lei. Carla resta di ghiaccio, era bellissima la Lory. Quando arrivava in spiaggia a Sabaudia anche i pesci saltavano fuori dal mare e morivano di infarto. «Come è possibile » – dice Carla – « che ci facciamo distruggere così da questi amori turbolenti, impossibili ». Come si resta incastrati … Stefano in silenzio ascolta. Loro pure sono maestri di farfalle allo stomaco che si tramutano spesso in crampi.

SI AVVICINA lui: il Nietzsche «c’è sempre una certa follia nell’amore, ma anche sempre qualche ragione nella follia». Stefano non la conosce, ma sospira. «Dobbiamo salvarci» dice Carla. « Love addiction» lo chiamano gli esperti. Quella fame di amore che ti fagocita, ti trascina in un vortice, le tue attese sono riposte solo su quell’amore. Stupisciti sono anche donne intelligenti, in carriera, ma la Fame di amore le annienta. Bulimia, anoressia, tumori all’intestino, al pancreas. Sognano di essere farfalle, sognano di volare, poi quando nuotano cercano in acqua un punto fermo, a sotto nell’ acqua non ci sta nulla.

Le riconosci hanno la tachicardia, si sentono i battiti del cuore, camminando basta poco gli attacchi di panico .

Il cuore batte a mille, tempi moderni prendono il cellulare alla ricerca del messaggio che plachi la loro fame di amore. Generalmente lui è un divoratore, perché è la calamità, la formula chimica degli elementi. La mente umana non sa spiegarsi questi fenomeni. Ci sono poi quelli che avendo messo un preservativo al cuore, ai sentimenti, salgono sulla cattedra e pontificano. Fame di amore a volte si accompagna alla signorina Insonnia che ti tiene sveglia a fantasticare, ma anche tempestandoti su dove sia. Le riconosci, cambiano il colore della pelle, si trasformano. Sono due donne in una, che non si incontrano mai. A volte dimenticano, sembrano tornare, ma è un’apparizione veloce e quando le vedi sei confuso, portano con loro la grande cicatrice della fame diamore. Hanno scritto fiumi di inchiostro .

Non è una nuova storia al femminile. La Fame di amore colpisce anche al maschile, ma se ne parla poco. Sul blocco notes di Carla i personaggi si confondono e cominciano a danzare, lei cerca sempre di scrivere una fiaba dove Ulisse parta con Penelope e la maga Circe rimanga a Sabaudia


Fame di Amore

Racconto di Fausta l’Insognata Dumano
(L’immagine di copertina é una tela di Raffaella Manca)