Che Beppe Grillo sia attenzionato in modo ossessivo è fuori di dubbio. Ma in fondo se l’è cercata lui, visto che spara espressioni violente contro tutti da ormai un ventennio nei teatri, nelle piazze, sul Blog o mediante video-messaggi alla Bin Laden in Tv. Ma da politico quale ora è, non può più permettersi un linguaggio urlato così offensivo. Utile per avere più voti e simpatie, ma poco consone per una democrazia.

grilloOltre agli imbarazzi di questo primo anno di amministrazione a Roma, stanno emergendo estratti altrettanto imbarazzanti sul comico genovese. Che dal primo successo del V-day del 2007 è affetto da crescente e preoccupante megalomania. Gli estratti arrivano al 2006; per una sorta di imbarazzante passato pre-politico. Ecco i tre video che hanno fatto scalpore.

CONTINUA A LEGGERE