In tempo di crisi succede di tutto

77

In tempo di crisi succede di tutto…

Si presenta al lavoro in body, calze a rete e tacchi a spillo.

Esortato invano a vestire i pantaloni, la forza pubblica lo multa per offesa al Pubblico Decoro. Motivazione: “Non si era depilato…” E’ successo nell’antica città di Tarquinia (Vt) dove il fatto ha suscitato l’ilarità dei passanti e non solo.

“E’ un periodo di forte depressione e volevo in qualche modo reagire..” spiega l’uomo.

“Solo provare un emozione nuova, il brivido della trasgressione, cosi’..per dare una scossa alla monotonia d’una vita, che con gli anni s’è fatta più difficile.Come altri miei colleghi, forse sarò costretto a chiudere. Con questi portatili infatti, la gente legge e compra sempre meno..Senza dimenticare che già ci s’era messi anche i supermercati, a farci concorrenza.!” Se fosse, dunque, solo una ricerca d’emozione, o una forma di protesta per sensibilizzare chi di dovere, o chissà che altro…sta di fatto che quella multa andrà ad aggiungersi alla non felice situazione economica dell’uomo, che conclude: “Contavo sul fatto che da dietro al bancone, i clienti non mi avrebbero visto. Anche se vi era una qualche possibilità..

D’altronde si sa che in tempo di crisi …

“Ed è proprio da quello spiraglio, che scaturisce il brivido..(Frammenti d’assurdo …Aggiungiamo noi) Ma sembra proprio che i concittadini e i turisti abbiano reagito favorevolmente. Infatti, da qualche giorno all’edicola di P.V. si notano codazzi solidali. Volentieri donne.. Ma più che solidarietà, è probabilmente la morbosità, a spingere le persone, curiose di intravedere quegli ormai famigerati reggicalze…


In tempo di crisi succede di tutto