Un herpes cerebrale ha ucciso Veronica Costantini

La donna, madre di due bambine, perde la vita a causa di un herpes cerebrale a seguito di un probabile caso di malasanità presso l'ospedale di Pescara.

122

E’ un herpes cerebrale la causa del decesso di Veronica Costantini la donna di 32 anni, di Montesilvano, scomparsa il 6 di Aprile presso l’ospedale di Pescara.

Lo confermano i dati dell’autopsia effettuata dal medico legale Christian D’Ovidio. Veronica Costantini era arrivata in ospedale in uno stato confusionale e fu dimessa rapidamente nonostante il peggiorare delle sue condizioni.

Che cos’è l’encefalite da Herpes?

Si tratta di una infezione cerebrale dovuta al virus herpes simplex di tipo 1 (HSV1). I sintomi di questa malattia sono una febbre molto alta, cefalee, problemi di linguaggio e memoria che possono portare addirittura al coma, a convulsioni o paralisi. L’herpes cerebrale colpisce solo una piccola percentuale di persone affette dal HSV1 e molto probabilmente deriva da una infezione genetica. Parliamo quindi di una patologia molto rara che però in questi casi può portare anche alla morto. Proprio per queste ragioni vi consigliamo di non sottovalutare mai un herpes, in qualsiasi parte del corpo esso appaia.

Ma cosa è successo quindi a Veronica Costantini?

Il problema nel caso in oggetto è che la malattia non è stata correttamente diagnosticata. La paziente quindi si è trovata a combattere contro la morte imminente senza poter fare nulla. Proprio per questo 4 medici sono indagati per omicidio colposo. Ovviamente la famiglia della vittima ha presentato un esposto in procura. La stessa mamma di Monica, ex infermiera, fu la prima ad accorgersi che la figlia fosse confusa mentalmente. Proprio lei, dunque, sfoga la sua rabbia per la presunta malasanità parlando con toni di vendetta. Possiamo comprendere lo sfogo e il dolore di una madre in queste situazioni. Sarà la procura in questo caso a proseguire le indagini e a stabilire se veramente i quattro medici sono colpevoli di omicidio colposo nei confronti di Veronica Costantini.

Certamente l’herpes cerebrale è una malattia rara e difficile da diagnosticare ma i sintomi in questi casi appaiono evidenti.

Veronica Costantini lascia due bimbe, una di 3 e l’altra di 9 anni. I dettagli dell’evento sono tristi e fanno riflettere. Il 1 Aprile Veronica si presenta in ospedale come detto in stato confusionale. Dopo alcuni accertamenti, viene però dimessa. La situazione non migliora però fino al 3 Aprile quando la donna viene prima ricoverata al reparto Malattie Infettive e poi in quello di Neuropsichiatria. Proprio qui la donna ebbe una crisi epilettica e poi cardiaca. Il suo corpo è rimasto per 20 minuti senza attività vitale. Situazione che l’ha portata, purtroppo, al decesso.