Babbino e il potente antifurto fai da te per proteggere casa

21

Quando l’antifurto é importante … Un triste giorno, alzandoci la mattina, babbino trovò la porta d’ingresso spalancata.
Si spaventò parecchio per questo incidente, in famiglia si fecero le congetture più disparate.

Cosa era successo?
Da casa non mancava niente, ma nessuno durante la notte aveva sentito rumori strani che, facessero supporre l’arrivo dei ladri.
Poi…cosa potevano rubare in casa nostra?
Se andavano in cucina e guardavano nella credenza….c’erano le provviste del giorno, perchè allora si comprava solo quello che occorreva quotidianamente.
Oro non ne avevamo.
Quadri…..erano quelli simili a Teomondo Scrofolo, poi avevamo dei quadretti di persone in costume sardo.
I tappeti erano imitazioni mal fatte….insomma niente di appetitoso per eventuali ladruncoli.
Babbino non si dava pace…..e inventò l’antifurto.

Allora le porte non avevano le serrature Potent, bastava darle una spallata e il gioco era fatto.

La notte ci fu l’installazione del potente antifurto: prese una serie di bottiglie di gassose piccole, le mise a testa in giù e sopra ci piazzò una serie di tegami…..
Se i ladri entravano in casa….spingendo la porta cadeva tutto l’ambaradan e faceva un sacco di chiasso.
Il Generale d’Armata come al solito non era d’accordo sul brevetto di Babbino.
Certo non l’aveva ideato lei, Babbino era un genio.
La cosa che dava fastidio a mia mamma era il fatto tragico che se cadevano le bottiglie i suoi preziosi tegami si sarebbero sbrecciati. Allora i tegami erano bianchi in ferro smalto con delle rose disegnate. Appena prendevano un colpo partiva lo smalto e rimaneva il nero dell’intelaiatura.
Penso che fossero cancerogeni al 500%.
Ogni notte per mesi….babbino piazzò l’antifurto…..poi finalmente si decise a mettere una seconda serratura.
Probabilmente si era stancato di stare ore a sistemare il marchingegno maledetto.

Comunque i ladri non vennero mai, babbino per mesi dormì con un bastone sotto il cuscino.
Grande il mio BABBINO!!!