Castello Infestato Le Quesnel bruciato dopo la visita di GhostBuster il videoblogger russo

Il castello di Quesnel, nel Santerre (sud-est della Somme) non celebrerà i suoi 300 anni. Le fiamme hanno avuto la meglio su di lui la notte tra lunedì 10 e martedì 11 dicembre. A causa della mancanza di manutenzione, stava già morendo

73

Qualche tempo fa, è bruciato il misterioso Castello infestato Le Quesnel situato nel nord della Francia, nella regione di Santerre. Le Quesnel è un piccolo villaggio di 700 abitanti il cui omonimo castello è circondato da leggende paesane ed è misteriosamente bruciato il 16 dicembre 2018. I mistero sono dovuti al fatto che tutto è avvenuto il giorno seguente alla visita di GhostBuster. Non stiamo parlando del famoso gruppo di acchiappafantasmi del famoso ed omonimo film di Hollywood. GhostBuster è un famoso videoblogger e youtuber russo Dima Masslenikov, il cui obbiettivo è di smentire le leggende legate ai fantasmi.

In questo caso non sappiamo se c’è veramente riuscito a smentirle le teorie sul castello infestato Le Quesnel. Infatti proprio il giorno dopo la sua visita esso ha preso fuoco finendo in completa rovina.

Il canale YouTube di Ghostbuster conta quasi 5 milioni di iscritti. Il videoblogger è un amico dei famosissimi rapper russi come Egor Kreed e Feduk. Masslenikov il 12 dicembre girò il video nel Castello, tralasciando il fatto che avvenivano davvero fatti paranormali (come la candela accesa o lo spostamento delle cose). Quando il video fu pubblicato su YouTube, il giorno seguente, il Castello bruciò senza motivo. Dopo questo evento il panico tra la gente del posto è aumentato smisuratamente. Quello che fa spaventare è che non si sanno le vere cause dell’incendio.

Perché il castello infestato Le Quesnel è andato a fuoco? Cosa si nasconde dietro questa strana vicenda? E’ solo una coincidenza che tutto sia avvenuto il giorno dopo la visita del blogger che vuole smentire i fenomeni paranormali? Purtroppo nessuno, al momento, conosce la risposta.

Dobbiamo comunque completare l’informazione dicendo, a onore del vero, che il castello che avrebbe presto compiuto 300 anni era in pessime condizioni. Alcune petizioni online ed un gruppo Facebook avevano cercato di sensibilizzare l’opinione pubblica e il ministero dei beni culturali al fine di recuperare questa opera come patrimonio culturale del paese.

Altra notizia bizzarra è che il proprietario di questo castello, un avvocato parigino che aveva ricevuto in eredità, non si è mai fatto vivo. Polemiche si sono da sempre sollevate nei confronti di questa persona che secondo gli organizzatori della petizione non ha mai curato adeguatamente questo luogo importante.

Di chi è la colpa di questo incendio? Cattiva manutenzione o legame con i fantasmi?

Scrivete nei commenti qui sotto cosa pensate del castello infestato Le Quesnel.