Come capirsi e migliorare il nostro sapere

Bisogna semplicemente ascoltare, parlare, leggere e scrivere per capirsi e migliorare il nostro sapere.

Ascoltare, Parlare, Leggere e Scrivere sono infatti doni, virtù, privilegi addizionali che Madre Natura ha concesso esclusivamente agli essere umani.
Perché? Penso per capirsi meglio mettendo nelle nostre mani le chiavi e le responsabilità di tutti gli esseri dei vari Regni che occupano il Mondo assieme all’uomo.

Sarà vero? Che cosa ci dice la storia.

Esistono due differenti teorie sull’origine del linguaggio umano, la prima che parla del linguaggio come innato, l’altra come una abilità appresa.
Un’altra incertezza è se le tante lingue moderne derivino da una comune lingua originaria (“ipotesi monogenetica”) oppure da diversi ceppi primordiali (“ipotesi poligenetica”). Non c’è dubbio, comunque, che le lingue esistenti sono il risultato di un processo di differenziazione avvenuto nel corso dei millenni.

Adamo ed Eva non centrano per nulla poiché il mondo esisteva milioni di anni prima della loro venuta.

A sostegno della teoria dell’origine sociale del linguaggio, vi fu il caso clamoroso del ragazzo selvaggio scoperto nel 1828 in Francia. Egli visse i primi dodici anni di vita allo stato brado, unicamente a contatto con gli animali. Nonostante tutti gli sforzi dell’équipe dello psicologo Jean Marc Gaspard Itard, il selvaggio dell’Aveyron non fu in grado di articolare null’altro che qualche parola.

Gli esperti conclusero che nella formazione dell’intelligenza e del linguaggio, la socializzazione e l’interazione con l’ambiente sono fondamentali dal primo giorno di vita.

Il primo a dimostrare che il linguaggio rappresenti una risorsa importante nello sviluppo intellettivo, vista la sua funzione mediatrice tra l’ambiente e l’essere umano, fu Ivan Pavlov. Il medico russo, effettuò, infatti lunghi studi ed esperimenti sulle percezioni e rappresentazioni mentali, oltre che sulle elaborazioni dei segnali, dai quali si formano i concetti.

Il neonato che dipende interamente dalla mamma, la quale sin dal primo giorno di vita é la sua principale maestra nel guidarlo a crescere e sfruttare tutti i più aggiornati sistemi di insegnamento e comunicazione perché cresca simile ai suoi coetanei e magari qualcosa di più.

Il bambino inizia a capire e ragionare con le aste, i cerchi, i colori, le lettere. Non appena raggiunto quel minimo di sviluppo mentale, esprime con disegni e lettere la sua riconoscenza alla mamma, “ti voglio bene” e al papà “grazie per il triciclo”.

Lo sviluppo futuro sano del bambino é impostato per intero sull’Ascoltare, Parlare, Leggere e Scrivere. In questa ottica la Scuola é la guida essenziale per fare crescere i bambini sotto tutti i sensi. Molti di loro ormai sviluppati, imboccheranno poi la strada gloriosa dello Scrittore.

Nel mondo abbiamo milioni di scrittori che hanno raggiunto la fama di “Best Sellers” ma tantissimi scritti che poi sono stati prodotti in filmati di successo, sentite bene dove sono iniziati.

Un Caso fra i tanti:

Un giovane uomo, un Messinese di ventotto anni circa, viene condannato a trenta anni di carcere senza sapere il perché. Le modeste condizioni della famiglia non gli permettono di godere di una buona difesa legale e dinnanzi al fatto di Forza Maggiore, il giovane accetta la condanna con disinvoltura, sapendo di essere completamente innocente dalle accuse rivoltegli.

La famiglia del giovane riesce a convincere il Direttore del Carcere, pagando con alcuni risparmi, affinché il giovane fosse rinchiuso in una cella da solo.

Il giovane carcerato, il giorno seguente chiede ed ottenne dalla Direzione del Carcere la possibilità di disporre di penne e carta facendo sapere all’Autorità che era uno scrittore e che intendeva passare il suo tempo con scritti ed eventualmente coinvolgere anche gli altri carcerati.

Nei giorni seguenti la sua cella appariva come un chiosco da Giornalaio, con tanti scritti suoi e di altri carcerati che si erano dati alla nobile professione di principianti scrittori, con il supporto della Direzione del Carcere.

Sottolineo un fatto importante che non tutti sanno. Molte opere di successo come ad esempio “Via Col Vento” – “Il vento non sa Leggere” – “Caterina di Russia” e tante altre opere importanti, furono iniziate nelle Carceri e poi riprese e aggiustate da grandi scrittori che abitano negli ultimi piani dei grattaceli per essere isolati momentaneamente dal mondo.

Volete sapere come andò a finire? Dopo tret’anni la Giustizia si accorse di aver condannato un innocente ammettendo l’errore giudiziario.

Le prigioni Italiane pullulunano di innocenti le cui colpe sono la mancanza di una valida difesa e i Partiti Politici che amano la confusione per navigare nei privilegi.

Le colpe non sono del Giudice che ha emesso la condanna, ma poiché il Giudice si pronuncia a nome del popolo Italiano, le colpe ricadono sui caproni di questo paese, con il Presidente un uomo tosto eletto dai Partiti estranei al volere del popolo, il Consiglio di Stato eletto all’ombra della notte, il Consiglio Superiore della Magistratura formato da Grandi piccoli uomini di cui non si conosce l’esistenza, la Politica nelle mani di Architetti nell’arte dell’uguaglianza.

Tu sei di Destra ed io sarò di Sinistra o di Centro, oppure Liberale, Repubblicano, Progressista o qualsiasi cosa purché si mangia.

Come capirsi e migliorare il nostro sapere? Sapete scrivere? Gettatevi nella mischia con rispetto e vi sono tante case Editoriali pronte ad ascoltarvi, ma per saper scrivere bisogna anche saper Ascoltare e saper Leggere.

Anthony Ceresa Italia International Association.