Diffondere la pace nel mondo con la Poesia

27

Siti Ruqaiyah HASHIM una poetessa Malesiana che desidera diffondere la pace nel mondo con la Poesia.

Arriva dalla lontanissima Malesia nei Balcani per trovare nuovi spazi d’ispirazione e di relax creativo. Dotata di un senso molto sviluppato per la giustizia umana, Siti Ruquaiyah Hashim scrive una poesia piena di ribellione contro i potenti che minacciano l’intero mondo con il desiderio insaziabile d’impandronirsi di tutti i beni del mondo e diventare sempre più ricchi. Siti Ruqaiyah scrive soprattutto con uno scopo molto concreto:

come diffondere la pace nel mondo con la poesia e con i suoi versi tradotti nelle lingue di tutto il mondo?

Con molta tenerezza descrive anche la sua devozione verso le persone amate, verso la vita in genere e verso tutti coloro che l’ hanno  spinta a fare qualcosa di più per la crescita dell’umanità in genere indipendentemente dalla provenienza, dalla nazionalità o dalla religione.

Ultimamente, con un desiderio molto preciso, he preparato la sua nuova Antologia bilingue inglese/malesiana  “PACE SU DI TE DAVOS” (PEACE BE UPON YOU DAVOS) dove oltre alle sue poesie presenta quelle di 18 collaboratori dell’intero mondo. Trattasi di altrettanto noti poeti e rappresentanti dei loro paesi. L’antologia è stata pubblicata a Zagabria (Croazia) dal centro Cultura dei sogni sotto la premurosa cura di Zdravko Odorčić.

In questa occasione, per i nostri devoti lettori di BombaGiù presentiamo alcune delle poesie scritte ultimamente ed ispirate dai nuovi ambienti dove sta vagando e presentando se stessa e le sue creazioni in occasione di diversi Festival poetici dell’Europa. Sempre con la stessa idea guida – crescere la pace tra tutti i popoli del mondo intero.

Tra sguardi rubati

Grazie
Per aver scandito chiaramente
La bellezza
L’ebrezza
E il filo di seta dell’amore
Tra sguardi rubati
E scherzi crudeli
Che versavi
In poesia
E tutto mentre
Risplendevano
Fuochi d’artificio inter-continentali
Invece io indugio ancora turbata
Dal dubbio.

Raccogliendo
le tue angosce e le tue ferite
Non posso fare a meno di sentirmi in colpa
Al ricordo delle storie
Di eroismo e dolore straziante
Degli avi di Gallipoli.

Between stolen glances

Thank you 
For spelling out directly 
Beauty 
Intoxication 
And the silky thread of love 
Between stolen glances 
And cruel jokes 
Which you used to pour out 
In poems 
All these while 
That sparked 
Inter-continental fireworks 
While I am still dazed 
With disbelieve

Fathoming 
Your pains and wounds 
I can’t help feeling guilty 
Remembering stories 
Of heroism and heartbreaks 
Grandfathers of Gallipoli

 

Le sabbie di Sri Lavender  

Porto con me una manciata di sabbia

Perché il mio spirito sia forte

Quando dovrò lasciarti Sri Lavender

E perché io possa ancora pregare

Di riuscire a tornare

Un giorno

Sotto il tuo cielo

Prima di lasciare questo mondo per l’eternità.

(Tetovo, Macedonia, gennaio 2019)

The sands of Sri Lavender

 

I bring a handful of sands with me

To strengthen my spirit

When leaving you Sri Lavender

Also for me to always pray

That one day

I will go back

To be under your sky

Before I leave this world eternally.

(Tetovo, Macedonia, January 2019)

 

Ti amo moltissimo

 

A volte

è come un sogno

sentirti affermare

-Ti amo moltissimo –

proprio sul mio viso

perché è passato molto tempo

da quando quelle parole avevano ancora un significato per me

Rapita

mi sono immersa nella sincerità

dei tuoi occhi

nelle vibrazioni della tua voce

Permettimi di prendere in prestito le tue parole

Oh,  tempo

per favore, fermati!

È immensamente bello.

(Pogradec, Albania, Ottobre 2018)

I love you very much

At times

Its like a dream

Hearing you uttering
I love you very much

Right to my face

Because its been a long time
Those words had meanings to me

In mesmerize
I dived for honesty

In your eyes

In vibrations of your voice

Allow me to borrow your words

Oh time
Pleasestop!
Its too beautiful

(Pogradec, Albania October 2018.)

Traduzione dall’inglese all’italiano a cura di  LUCILLA TRAPPAZO

Rokiah Hashim dalla Malesia scrive sotto il nome di Siti Ruqaiyah Hashim. A partire dal 1987 le sue poesie e racconti sono stati pubblicati da riviste e giornali di letteratura tradizionale. È anche prolifica nella critica cinematografica e teatrale e dal 2007 ha scritto nella rubrica in un importante quotidiano nazionale in Malesia pubblicando un libro di critica cinematografica nel 2015. Un’antologia bilingue delle sue poesie intitolata Catharsis in inglese e Bahasa Malaysia è stata pubblicata in 2015 e in spagnolo nel 2016 e lanciato in Argentina.

La sua antologia bilingue insieme ad altri 12 poeti mondiali per la pace intitolati Notizie da Strasburgo è stata pubblicata nel 2017 in formato E Book.

Le sue poesie sono nell’antologia insieme ad altri 12 poeti mondiali. Tutta la traduzione in Malesia Bahasa è stata fatta dalla stessa Siti Ruqaiyah. Le sue opere sono apparse anche in numerose altre antologie insieme ad altri poeti di tutto il mondo e su riviste e giornali stranieri. Le sue poesie sono state tradotte in mandarino, serbo-croato, uzbekistano, arabo, monggoliano, spagnolo, francese, macedone. Ha partecipato a numerosi festival di poesie locali e internazionali in Perù 2014, Taiwan 2015, Cecoslovacchia 2016 e 2017 in Mongolia e Marocco. The Poem Anthology Paradise 2 è il secondo della serie World Poem Peace. Mentre  Pace su di te Davos e la sua ultima Antologia bilingue pubblicata recentamente dove ha presentato 18 poeti provenienti da tutto il mondo.

Nota introduttiva e selezione a cura di Biljana Z.Biljanovska