I regimi totalitari del dopoguerra

Il Fascismo ha rivelato la sua parte cattiva. Infatti, questo, con l’emanazione delle leggi razziali portò alla morte di poveri innocenti e di tutti quelli che si opponevano a quel regime.

46

Alla fine della prima guerra mondiale in alcuni paesi si creò nella popolazione un clima di esasperazione, per via della povertà e delle ingiustizie che vi si presentarono.

Per questo motivo nacque nella popolazione un malcontento verso i propri regnanti. E’ in questo clima che nacquero le 3 più grandi potenze totalitarie che oggi noi conosciamo: Fascismo in Italia, Nazismo in Germania e lo Stalinismo in Russia.

Secondo me queste 3 forme di potere avevano tutte le medesime finalità, cioè quelle di portare il paese dove erano nate al suo massimo sviluppo. Infatti, prendiamo in considerazione il Fascismo; tante sono le cose positive che questo ha fatto. Per esempio il dare un tetto e un campo, seppur piccolo, a quei contadini che al ritorno dalla “grande guerra” si ritrovarono con i loro campi incolti e senza un rifugio dopo dormire. C’è da dire però che alla fine dopo le tante cose buone fatte, il Fascismo ha rivelato la sua parte cattiva. Infatti, questo, con l’emanazione delle leggi razziali portò alla morte di poveri innocenti e di tutti quelli che si opponevano a quel regime. Non pensiamo però che solo il Fascismo sia stato così crudele.

Anche altri regimi portarono alla morte di tante persone.

Basti pensare infatti al regime Nazista di Hitler che porto alla morte di milioni di ebrei o a quello di Stalin in Russia. Alla fine si, queste 3 potenze avevano pressoché le stesse finalità, ma che alla fine fallirono per via del modo con il quale volevano raggiungerle. Concluderei infine questi miei pensieri con una frase dell’indiano Gandhi che lottò per l’indipendenza del suo paese. Questa dovrebbe farci riflettere sull’importanza del vivere insieme e sulle bruttissime cose che accaddero sotto l’egemonia di queste dittature e nel fare in modo che non accadano più.

“Non voglio che la mia casa sia circondata da mura
e che le mie finestre siano sigillate. Voglio che le
culture di tutti i paesi possano soffiare per la
mia casa con la massima libertà, ma mi rifiuto
di essere cacciato via da chiunque”


I regimi totalitari del dopoguerra

Testo di Manilo