Ignorano o discriminano?

E' veramente il caso di dire: Adesso Basta

108

LA FSI PRENDE POSIZIONE IN ORDINE ALLA DELIBERA n. 632 – 4/11/2016 – CONFLITTO PER LA TITOLARITA’ DELLA RAPPRESENTANZA DELLA O.S. “FEDERAZIONE SINDACATI INDIPENDENTI”. SITUAZIONE DI ASSOLUTA INCERTEZZA. PROVVEDIMENTI CONSEGUENTI,  manifestatamente infondata in ordine e in diritto.

STIGMATIZZANDO L’ANALISI SBRIGATIVA, ED A TRATTI OFFENSIVA, DI CUI SI SOSTANZIA IL PROVVEDIMENTO AMMINISTRATIVO, posto in essere dall’Amministrazione del Maggiore, la FSI chiede la revoca, anche in autotutela, della deliberazione la cui illogica ed illegittima motivazione si colloca sull’eccesso di potere e sul travisamento volontario dei fatti, tanto da essere l’ultima delle  azioni meschine messe in atto : tavoli separati, trasferimenti coatti, disciplinari repressive, esclusioni dagli RLS, privazione del diritto di informazione, censura della libertà di stampa.

La deliberazione è gravemente pregiudizievole per l’evidente, intenzionale, portata antisindacale, in quanto impedisce l’effettivo esercizio dei diritti costituzionalmente garantiti ai lavoratori iscritti alla FSI.

Una delibera partorita da chi si diletta a sperimentarsi in variegati ruoli, sfoggianti virtuosismi e parossismi kafkiani, di semplicistica struttura a risposte multiple, degna dei migliori quiz televisivi. TUTTO TRANNE ORIENTATA NELLA RIGOROSA APPLICAZIONE DEI PRINCIPI DI BUONA E TRASPARENTE AMMINISTRAZIONE.

Scientemente agita, quindi esclusa la carenza di intenzionalità, mirata a incidere in profondità con violenza INUSUATA sui diritti sindacali garantiti.

Il voler ricorrere ostinatamente al giudice, dati i tempi della giustizia di cui l’Azienda è ben consapevole, equivale a condannare il SINDACATO FSI NOVARA alla sua estinzione. Se giustamente collocata tale azione nel corollario di convocazioni su tavoli separati, trasferimenti coatti dei dirigenti e degli iscritti, azioni disciplinari repressive, censura della libertà di stampa, è evidente l’interesse dell’Amministrazione : CANCELLARE LA NATURALE CONTROPARTE SINDACALE CHE RAPPRESENTA I LAVORATORI DEL MAGGIORE !!!

Forse, l’acredine è data dai numerosi esposti presentati dalla F.S.I. Novara alla Corte dei Conti di Torino?

O forse nasce dal disappunto di aver dovuto sospendere in autotutela la deliberazione sull’affidamento di appalto per la riparazione delle apparecchiature radiologiche fatta contravvenendo al Codice degli Appalti?

O semplicemente dalla poca abitudine a confrontarsi nel delicato versante delle relazioni sindacali dove la FSI, inevitabilmente, si ostina a tutelare i lavoratori rivendicando i propri diritti. Chissà??

Segretario Territoriale di Federazione

Giuseppa Maria Pace

VOLANTINO IMPUGNAZIONE DELIBERA