Il salmone affumicato fa male? Vediamo perché

Il salmone affumicato venduto in Italia é abbastanza sicuro. Ci sono pero alcune accortezze da prendere in considerazione.

132

Il salmone affumicato fa male. Così pare. Ma perché? Che differenza ci sarebbe tra il salmone affumicato e quello fresco?

Gli italiani prediligono il salmone affumicato più di quello fresco. Il risultato è determinato dal fatto che quello che era un piatto per ricchi, visto il prezzo di vendita che aveva un tempo, è divenuto oggi un piatto comune nelle nostre tavole. Complice, quindi, la caduta verticale del prezzo di acquisto. Si tratta di capire se acquistare salmone affumicato è sicuro, o ci troviamo con produttori senza scrupoli capaci di farci consumare un prodotto scadente. Allo stesso modo risulta interessante sapere se il contenuto organolettico di questo pesce è in linea con quanto ci hanno sbandierato negli anni.

In altre parole il salmone affumicato fa male oppure fa bene alla salute come ci hanno indotto ad immaginare?

Partiamo da una ricerca condotta da Salvagente alla fine del 2018. Durante questo studio sono state analizzate 10 marche diverse che distribuiscono salmone affumicato. L’obiettivo era:

  • riscontare tracce di idrocarburi policiclici aromatici che sono il prodotto finale dell’affumicatura
  • seguire il grado di conservazione delle porzioni di pesce tagliato alla ricerca di una qualche contaminazione
  • constatare lo stato dell’arte a seguito dei coloranti utilizzati, primo fra tutti la astaxantina, necessaria per conferire il colore rosa al prodotto finito

Il risultato é che il salmone affumicato venduto in Italia é abbastanza sicuro. Ci sono pero alcune accortezze da prendere in considerazione.

Il salmone affumicato, infatti, contiene un’alta dose di Sodio. Inoltre la maggior parte viene affumicata a freddo. In altre parole, la temperatura non sarebbe abbastanza calda per uccidere tutti i batteri nocivi presenti nel pesce crudo. Il rischio maggiore? Ne abbiamo già parlato sulle nostre pagine: la Listeria monocytogenes. Parliamo di una grave intossicazione alimentare che colpisce donne in gravidanza, anziani e persone con un sistema immunitario deficitario.

Sembrerebbe, inoltre, che l’assunzione eccessiva di cibi affumicati sottopone più facilmente l’oganismo a sostanze cancerogene. Parliamo quindi, in concreto, di un rischio maggiore di cancro allo stomaco. Le sostanze pericolose sono soprattutto i nitriti utilizzati per produrre l’affumicatura. La tossicità inoltre é legata all’estratto di legno per il processo di conservazione degli alimenti che é dannoso per il nostro DNA

Quindi il salmone affumicato fa male?

Non é proprio così. Ha tantissimi benefici per il nostro corpo: tra cui l’Omega 3 che é molto importante per il nostro organismo. Consigliamo dunque di acquistarlo da rivenditori sicuri che garantiscono il rispetto di massimi livelli di qualità.

Volete saperne di più su perché il salmone affumicato fa male?

Continua a leggere.