L’Italia è la patria del calcio, questo lo sappiamo tutti. Ma sebbene questo sport regni incontrastato tra le passioni degli italiani, è anche vero che la schiera di sport seguiti e praticati dagli italiani è molto variegata. Vari istituti di ricerca – tra cui anche l’Istat – svolgono indagini annualmente per delineare la classifica degli sport più importanti a livello nazionale, e da alcuni anni i risultati stanno prendendo una linea definita, leggermente diversa rispetto a qualche tempo fa. Andiamo a vedere quali sono questi sport e in che ordine si manifestano nel cuore degli italiani:

Il Calcio.

Beh non è che la cosa fosse in discussione, del resto è da quando esiste la nostra nazione che il calcio ha un ruolo assolutamente dominante nel panorama italico. Sarà per la lunga tradizione di vittorie a livello di nazionale (che ci ha regalato quattro trionfi al campionato del mondo FIFA). Sarà per le squadre di club tra le più titolate al mondo? Del resto è impossibile dimenticare i trionfi in Europa e nel mondo di Milan e Inter, senza inoltre dimenticare squadre che incarnano appieno i valori di città straordinarie come la Roma e il Napoli.

Sarà per un campionato tradizionalmente equilibrato e avvincente (a parte gli anni in cui la Juventus faceva in modo di vincere con metodologie illegali completamente esterne al campo). Oppure sarà, ancor di più, per la facilità di poter praticare questo sport – del resto basta una palla e almeno due giocatori e il divertimento è assicurato. Insomma, sarà per mille motivi, ma il calcio è inevitabilmente il re dello sport italiano.

Il Tennis.

Non da molto tempo il tennis è salito alla ribalta in Italia, tuttavia sta riuscendo a conquistarsi una schiera di appassionati non indifferente. Storicamente considerato lo sport delle élite, ha pian piano guadagnato appassionati grazie alla presenza, a livello globale, di campioni indiscussi come Federer e Nadal, seguiti successivamente da Djokovic e da Maria Sharapova in campo femminile. Vedere all’opera questi tennisti è inevitabilmente affascinante, anche per chi osservava un match per la prima volta. Col tempo quindi il movimento tennistico è cresciuto e negli ultimi anni stanno salendo alla ribalta dei grandi tornei internazionali anche alcuni atleti italiani, generando ancora più interesse per questo sport.

Il Rugby.

Lo sport di squadra più fisico e violento per antonomasia (non a caso è nasce negli Stati Uniti). L’Italia non ha mai avuto storicamente una tradizione importante in questo sport, tuttavia negli ultimi anni sta affascinando molte persone e la Nazionale Italiana Rugby sta anche partecipando a tornei internazionali, rendendo questo sport sempre più popolare. Certo, passare alla pratica è poi un’altra storia, dato che bisogna avere un gran fegato per rischiare di tornare a casa con qualche costola rotta dopo ogni allenamento, tuttavia anche dal lato pratico il numero di audaci praticanti è in aumento.

La Pallacanestro.

Il basket ha una lunga tradizione ovunque nel mondo, e anche in Italia ci sono legioni di appassionati. Certo, da un punto di vista mediatico, la copertura su questo sport è ancora poco fitta e rimanere sempre aggiornati su partite e campionati non è facile. Anche in questo caso però i praticanti non mancano, complice il fatto che è uno dei principali sport praticati a livello scolastico.

Sport motoristici:

Qui si manifesta un caso particolare. La Formula 1 per molti anni è stata lo sport più seguito in Italia subito dopo il calcio. I fattori determinanti erano due: in primis la Rai trasmetteva in chiaro tutti i gran premi e, in secondo luogo, per molti anni la Ferrari – anche grazie al pilota più forte di sempre Michael Schumacher – è stata vincente, regalando innumerevoli gioie ai tifosi. Ora che non si vedono più gran premi – se non pagando profumatamente Sky – e non ci sono trionfi Ferrari da molti anni, questo sport ha subito un certo declino nel cuore degli italiani. Discorso diverso per la MotoGp, dove Valentino Rossi – nonostante l’età non più giovanissima – continua a gareggiare e a ottenere risultati dignitosi, alimentando la stima e l’amore degli appassionati.