In onore della poetessa e scrittrice Desanka Maksimović

Personaggio leggendario nell’intera storia della letteratura Jugoslava, che dietro a se lasciò più di una cinquantina tra raccolte poetiche, romanzi, favole per bambini, traduzioni di diverse opere di autori bulgari e francesi.

363
Desanka Maksimović
Desanka Maksimović

L’amore è una inessiccabile fonte di ispirazione poetica.

L’intera storia della letteratura jugoslava è qualcosa che non si dovrebbe, nemmeno si potrebbe dimenticare o trascurare durante la nostra educazione. Almeno da parte della mia generazione che ha avuto l’onore e la fortuna di imparare da scrittori, poeti, novellisti ed artisti che non solo si sono intrecciati nel nostro essere, ma rappresentano la storia contemporanea dei nostri paesi, e forse, senza esagerare, dell’intero tesoro artistico dell’Europa e del mondo. E se avessimo dovuto mettere qualcuno sul gradino più alto del lungo elenco di personaggi meritevoli, sicuramente vi sarebbe l’indimenticabile bardo poetico e letterario Desanka Maksimović (1898 – 1993).

Personaggio leggendario nell’intera storia della letteratura Jugoslava, che dietro a se lasciò più di una cinquantina tra raccolte poetiche, romanzi, favole per bambini, traduzioni di diverse opere di autori bulgari e francesi.

La sua poesia, innanzi tutto è poesia d’amore, patriottica, giovanile e ricca di sentimento. E’ una lettura che ci conquista in un colpo e che ci spinge a volere conoscere a memoria i suoi versi, a recitarla ovunque siamo per esprimere non solo i suoi stati d’animo di quando le scriveva, ma anche quegli stessi nostri sentimenti che ci hanno invitato a memorizzarle e recitarle.

Ai lettori di BombaGiù propongo alcune delle sue poesie, che secondo me meritano di essere presentati anche al di fuori dei nostri paesi. Sono versi pieni d’incanto, di un grande amore espresso attraverso le parole che vi invitano a voler continuare la tradizione di raccontare i propri sentimenti in versi, cantando, glorificando l’amore per la natura, per l’uomo, per la patria ed in generale l’amore per l’intera vita. E non mi sembra di esagerare se paragonassi Desanka Maksimović con l’indimenticabile poetessa italiana Alda Merini, che lasciò un altrettanto incommensurabile tesoro d’amore verso la vita in genere.

Brama – Desanka Maksimović

Sogno che verrai:
perché le notti odorano,
e ogni mattina
nuovi fiori nascono
e gli alberi frondeggiano;
perché risate dolci giocano sull’acqua
e il celo primaverile brilla di gioia;
poiché gemmano i pioppi
e come se vorrebbero levarsi al cielo,
pieni, caldi ingrossati dalla brama;
poiché nell’anima l’amore dei pianti si sveglia
e con neve odorante i frutti son bagnati;
poiché a causa di te
la brama nell’aria pende;
e solo per il tuo arrivo che
Dio abbellisce l’intera natura .
Fiori, acque, nebbia, pioppi snelli,
tutto intorno a me
ti aspetta e richiama.
Vieni!
I miei sogni in sciami densi
volano verso di te.
Vieni, senza di te si soffre!
Vieni! Tutto accanto me ti darà sorriso
e intorno la mia brama canta.

Felicità – Desanka Maksimović

Non sto più misurando il tempo con le ore
neanche secondo i giri brucianti del cielo;
per me è giorno quando ritornano gli occhi suoi
e notte quando se ne vanno.

Non sto misurando più la felicità con le risate,
neanche se la mia brama è più forte della sua;
per me, felicità è quando insieme stiamo dolcemente tacendo
e quando i nostri cuori battono il ritmo del pianto.

Non ho rimpianto perché le acque di vita
porteranno anche miei rami verdi;
adesso che se ne va tutto, anche la mia giovinezza:
incantato lui si è fermato accanto a me.

Avviso – Desanka Maksimović

Ascolta, ti dirò il mio segreto:
non lasciami mai sola
quando qualcuno suona.
Possono sembrarmi
profondi e dolci
occhi alcuni
tanto profani.
Potrebbe sembrarmi
di svanire nei suoni
quando vorrei offrire
le mie mani a chiunque.
Potrebbe sembrarmi
dolce e bello
amare
solo per un giorno.
Oppure in quell’attimo incantato
direi mio segreto magico e brillante –
ma quanto ti amo.
Oh, non lasciarmi mai sola
quando qualcuno suona.

Introduzione e traduzione dei versi dal serbo all’italiano a cura di Biljana Biljanovska