Quali domande devi porti prima di fresare il legno

Prima di spendere denaro in nuovi utensili cerca di capire quale sia la causa principale degli errori e delle rotture. Quest’analisi ti farà risparmiare ulteriore tempo e denaro.

63

Come fresare il legno? Durante la fase iniziale della fresatura potresti non accorgerti che un’oscillazione impercettibile potrebbe rivelarsi in spiacevoli imperfezioni alla fine della lavorazione. Una delle cause che potrebbe causare questi difetti di lavorazione potrebbe essere la scarsa pulizia degli strumenti.

La mancata pulizia degli strumenti potrebbe causare non solo cattive performance ma anche la rottura, con conseguente dispendio di denaro e materiale, per questo è importante pulire bene la sede sempre. A proposito di ciò, se ti capita di rompere spesso i tuoi attrezzi, considera che questa potrebbe essere una delle motivazioni.

Prima di spendere denaro in nuovi utensili cerca di capire quale sia la causa principale degli errori e delle rotture. Quest’analisi ti farà risparmiare ulteriore tempo e denaro.

Per esempio, una fresa che agganciata a una pinza sporca di polveri metalliche potrebbe assottigliare la fresa utilizzata, fino a portarla alla rottura.

Per una giusta pulizia sono in commercio particolari sgrassatori appositamente studiati per eliminare particolari residui di sporco, polveri, trucioli, oli e colle. Basta impiegare solo un po’ di tempo prime e dopo di ogni lavorazione per evitare gravi danni in seguito.

La lavorazione artigianale del legno richiede particolari accorgimenti e quello della pulizia è solo uno tra tanti, che ti permetteranno di evitare risultati negative. Vediamo altri consigli per l’utilizzo delle frese per il legno (vedi quelle di Fraiser Tools).

Uno dei consigli più interessanti è quello di stringere bene la fresa nella pinza elastica, molte colte capita che per la fretta non si pone attenzione alle informazioni presenti sulla fresa che si sta utilizzando. Tale superficialità potrebbe comportare gravi errori di lavorazione.

Vediamo un esempio su come fresare il legno.

Nel gambo di attacco della fresa è visibile il simbolo che assomiglia alla lettera “k”, che indica il punto esatto dove questa deve uscire dalla pinza, nella parte a sinistra della “k”, il simbolo deve essere inserito tutto dentro, nella parte destra il simbolo deve uscire.

Fatta attenzione a questa peculiarità, senza farti prendere dalla fretta, vedrai che il rischio di ottenere un risultato di lavorazione errato si abbassa drasticamente.

Fatta la dovuta pulizia e innestata la fresa nella giusta maniera procedi con la valutazione dei parametri di lavoro. Prima di impostare tali parametri, però, dovrai poter rispondere alle seguenti domande:

  • Quale deve essere la velocità di avanzamento della lavorazione?
  • Quale deve essere la velocità di rotazione?
  • E quale deve essere la velocità la profondità di passata?

Queste sono le prime domande che bisogna porsi prima di iniziare una lavorazione e per scegliere i parametri giusti di lavorazione devi poter rispondere anche alle domande seguenti.

In che condizioni è il macchinario? Se la fresatrice è vecchia e ha i cuscinetti rotti potrebbe generare troppe vibrazioni, che possono causa re una eccessiva usura degli utensili e produrre cattive finiture. In questo caso la velocità di avanzamento dell’utensile nel legno deve essere calibrata sulla base delle vibrazioni, che sono maggiori nei vecchi macchinari, perché è meglio che la velocità di avanzamento dell’utensile nel legno sia minore.

In che condizioni lavora la fresa? Innanzitutto, fresa, pinza e mandrino devono essere in asse, anche una piccola inclinazione comporterebbe risultati negativi. Questi strumenti devono essere, ovviamente, puliti e la fresa ben affilata. La presenza di un impianto di aspirazione dei trucioli e una giusta quantità di umidità nell’ambiente, richiedono il settaggio di parametri equilibrati, ciò cambia in caso di valori più o meno elevati di umidità.

Le giuste impostazioni sono fondamentali per evitare problemi futuri e interruzioni improvvise della lavorazione.

Quale tipologia di fresa viene utilizzata? Il numero di taglienti e il diametro più o meno grandi, incidono sui parametri di lavoro. Infatti, più sono le placchette o le eliche di taglio e maggiore deve essere il diametro, tale costituzione necessita di una maggiore velocità di avanzamento. A differenza della velocità di rotazione, che diminuisce se è maggiore il diametro della fresa.