Sensazione di Arthur Rimbaud

299
sensazione di Arthur Rimbaud

Nelle azzurre sere dʼestate, andrò per i sentieri,
punzecchiato dal grano, a pestar lʼerba tenera:
trasognato sentirò la sua frescura sotto i piedi
e lascerò che il vento mi bagni il capo nudo.
Io non parlerò, non penserò più a nulla:
ma lʼamore infinito mi salirà nellʼanima,
e me ne andrò lontano, molto lontano come uno zingaro,
nella Natura, – lieto come una donna.

ʻSensazioneʼ
di Arthur Rimbaud