La torre di Babele ha raggiunto il 70° piano e rischia il crollo.

Settanta anni di amarezza e politica distruttiva

Un piano aggiunto per ogni anno di Totalitarismo pseudo Democratico nella nostra amata Patria con conseguenze disastrose.

Non riusciamo più a capirci nulla mentre la Kasta alza sempre più alta la torre di Babele creando maggiore confusione. Questa é l’arma adottata per generare disinformazione e continuare a beneficiare dei privilegi di parte, diffondendo filosofie, politiche marziane multicolori, completamente inadeguate ai principi fondamentali per lo sviluppo di una sana Economia, continuando a sostenere con la forza del Potere provvisorio, carpito di prepotenza con tecniche mafiose che hanno spogliato il Paese da quasi tutte le nostre migliori imprese, contrariamente alla volontà del popolo.

Con il risultato di aver arricchito tutti i Partiti Politici e inginocchiato la Nazione di sessanta milioni di anime.

Una sedicente costruzione copiata dalle mitologie Babilonesi eretta direttamente sulla melma, mantenuta in piedi da continui e costosi rattoppi effettuati da tecnici, Politici e Sindacati in armonia con personale non qualificato, le cui spese del fallimento vengono ingiustamente addebitate alla Comunità, aggravando sempre più la nostra estremamente fragile situazione economica Nazionale.

Una Babele barcollante sin dalla sua creazione.

Sostenuta dal linguaggio rassicurante con parole fossilizzate sulla speranza, lanciate a casaccio da incompetenti che invitano continuamente ai sacrifici e alla preghiera. Questo è il gioco forza di una Politica di interessi, glorie e arricchimenti. Politica che disconosce le reali tecniche costruttive fondate sull’Etica Politica, sull’Onestà e la sincera ed essenziale innovazione nell’uso della coscienza, che rappresentano le garanzie di solidità di una Nazione per durare nel tempo.
Le funzioni primarie, cioé il contatto fra l’Autorità e la Cittadinanza per acccrescere le risorse Nazionali dell’immenso Capitale Umano attraverso la collaborazione, sono sistematicamente trascurate, calpestate e sostituite con tradizionali fantasie.

Politiche fondate sulle parole. Proseguendo furbescamente con vecchie ideologie appartenenti alla Prima, Seconda, Terza, Quarta, Quinta, Diciassette Legislature corrispondenti a 25 Repubbliche, Governate da incoscienti con risultati disastrosi che si sfaldano a vista d’occhio, e contrabbandate attraverso compiacenti mercenari, abilissimi nella disinformazione mediatica e nella censura, amalgamando senza alcuna logica le infinite tribù Italiche.

Fra privilegiati ci sono: moderati, riformisti, populisti, massimalisti, bipolaristi, conformisti, trasformisti, progressisti, estremisti, truffaldini, Sindacalisti, Santoni, raccomandati, incoscienti, e di tutti i rappresentanti delle false filosofie costruttive disfattiste, allo scopo di creare confusione, dove tutti gli egregi rappresentati delle nostre strutture di Governo, possono arraffare liberamente, cotinuando ad innalzare la misera Torre di Babele ormai prossima a disintegrarsi.

Il sistema va avanti da oltre settant’anni nonostante le forti resistenze interne dei cittadini, con risultati alquanto preoccupanti, con un debito Pubblico creato e ingigantito nel tempo, quando il mondo esterno ai nostri confini, progrediva con il Boom Economico Industriale post guerra, e i nostri stimati Rappresentanti Politici producevano debito Pubblico.

Dinanzi alla crisi economica attuale, ormai degenerata in modo preoccupante per le continue incapacità Politiche create a salvaguardia dei propri personali interessi, non mancano le bugie e le accuse a discolpa, rivolte ad altri Paesi, come diretti responsabili della nostra situazione interna.

La Globalizzazione, imposta dai nostri super Guru ha fatto chiudere migliaia di Industrie Nazionali di prestigio, di cui molte trasferite in altre Nazioni. Ha creato disoccupazione e trascinato il Paese in una voragine di circostanze negative che hanno influenzato la caduta del PIL Produttivo Nazionale e conseguentemente ha portato tanta disoccupazione e alla riduzione delle entrate Tributarie.

Il Signoraggio, ovvero tecnicamente il lucro che si genera nel creare moneta propria dove attualmente il beneficio va solo alle Banche straniere (la BCE in Europa o la Federal Reserve negli USA) dalle quali dipendono tutte le banche.

Un potere enorme di cui beneficiano interessi e spese Bancarie in proporzione dal 3 al 12% sui Conti Correnti e su tutti i movimenti finanziari delle Nazioni. In questo modo tutte le Banche Centrali e le loro dipendenze private, possono ricattare o comunque influenzare intere Nazioni, foraggiando o togliendo l’ossigeno finanziario per vivere e progredire.

Politicamente, si potrà modificare o invertire il sistema con le nuove generazioni, ma per far ciò occorre consapevolezza di una grande parte della popolazione responsabile. Occorre che essa sia onestamente informata, cosciente e motivata a operare per un radicale cambiamento della macabra scena Politica Italiana, ritornando all’indipendenza monetaria e all’etica Politica.

Personalmente plaudo per il Dollaro Italiano, agganciato al Dollaro Americano.

I tributi, che in questi giorni richiamano le attenzioni degli sprovveduti con lo slogan ripetitivo “la beffa degli evasori fiscali”. Troppo comodo, ma se lo Stato volesse veramente risolvere il problema, basterebbe copiare i sistemi usati da altri paesi più o meno avanzati, formulati su una più equa spesa Pubblica, dove i cittadini si sentono in dovere di rispettare i regolamenti, senza Caste privilegiate.

I diritti umani soffocati nel nostro Paese. Basterebbe istituire un ente pubblico al di sopra delle parti, che rispetti i diritti dei cittadini di fronte all’incalzare delle ingiustizie create prevalentemente dalle Istituzioni.

Il Costo della vita, un semplice esercizio matematico, che richiede un giusto bilanciamento fra le rimunerazioni di sussistenza e i costi della produzione, oggi fortemente sbilanciati per effetto dei costi della Politica, aggravati dall’incapacità di molti raccomandati posti in punti chiave, completamente digiuni nella funzione primaria della Riduzione Costi e dell’Innovazione Tecnologica e Amministrativa. Teste vuote inclini al Bunga Bunga.

L’Energia, mentre il costo del greggio scende quasi annullandosi, il costo della Benzina e del Diesel nel nostro Paese va oltre le stelle. Nel bel mezzo le speculazioni dello Stato con i Monopoli Elettrici che impediscono il libero sviluppo del settore.

Ci sono progetti che eliminerebbero l’uso dei combustibili solidi, liquidi e gassosi, oltre agli impianti a vento e Fotovoltaici costosi e poco efficienti nella generazione di corrente Elettrica, sostituiti dallo sviluppo di nuove tecnologie pure, continuamente disponibili in natura (giorno e notte) e per giunta gratuite, con un risparmio di oltre cento miliardi all’anno nell’importazione di Petrolio, Energia Nucleare e Gas oltre ai danni alla salute, per renderci indipendenti e concorrenziali, producendo nuovi posti di lavoro.
Considerando i combustibili importati, oltre ai danni alla salute, unitamente all’energia elettrica importata, l’Italia dipende dall’estero per l’80% della propria energia elettrica! Ovviamente ciò crea un notevole pericolo per il Paese; un’improvvisa penuria del combustibile o un improvviso aumento dei prezzi potrebbe rendere problematica la generazione di energia elettrica paralizzando il Paese.

Gli Americani sono divenuti i principali produttori mondiali di combustibili sfruttando le Rocce e le Sabbie bituminose, sottraendo le speculazioni dei Petrolieri Medio Orientali nel manovrare i mercati con i petro dollari.

Il Risanamento Energetico Nazionale dell’Italia con soluzioni indipendenti sono indiscutibilmente la via per la rinascita della nostra Economia e la riduzione di una buona parte dei costi della vita.
Al presente l’Industria Italiana è alle strette per incompatibilità del sistema Politico/Economico/Tributario arretrato, dove la parola d’ordine alla luce della situazione attuale è chiudere o eventualmente trasferirsi in Paesi più favorevoli, come hanno fatto centinaia di Marchi e Imprese Nazionali importanti.

Le Regioni Italiane, completamente abbandonate dai controlli dello Stato, sono libere di attuare politiche Mafiose per esercitare pressioni illegali sulla cittadinanza, dalle telecamere truccate, rubare le case alle famiglie, imporre pagamenti non dovuti, dove Imprenditori e Pensionati si tolgono la vita, creando rivendicazioni sull’intera Nazione con una Giustizia incline all’Ndrangheta.

La realtà della situazione ormai giunta al capolinea, genera sentite preoccupazioni con la paura di trovarci in un abisso senza futuro Governato da Corsari dall’occhio bendato, con Presidenti fuori tempo non eletti dal Popolo e da Professori che operano per conto di Stati esteri.
Le Bugie nel nostro Paese hanno superato la peggiore scuola della menzogna e ripetute dal podio dieci, cento, mille volte, diventano armi di convinzione per le masse di stolti che sventolano fazzoletti colorati multicolori nel sostenere Orchi umani e menzogne a danno della Nazione.

Molti giovani disoccupati, pensano di iscriversi all’IS come ultima speranza per mozzare tante teste inclini al male e poste al comando del Paese creando gravi danni diffusi a livello Nazionale.