Tempo al Tempo

47

Non diamo la colpa al tempo se quando stiamo bene in un luogo siamo costretti ad andarcene perché, appunto, non abbiamo più tempo a disposizione. Diamo la colpa a noi stessi, piuttosto, che organizziamo male la nostra vita, unica vita, fatta di impegni, a volte, frivoli ed inutili. Riempiamola di momenti infiniti, facciamo tardi la sera a guardare le stelle, non riempiamo le nostre giornate di impieghi poco importanti. Ci sono persone e luoghi a cui dedicare attimi preziosi. Perdiamoci in queste anime selvagge, viviamo con passione la passione. Viviamo senza tempo. Quello che importa è la cura per se stessi e per gli altri, amarsi e amare ogni giorno. Donare del tempo alla natura a gli animali.

Vorrei consigliare a tutti, che negli attimi di vita quotidiana è utile circondarsi di fonti positive, ma soprattutto di persone positive.

Quelle persone che ti aiutano ad emergere e a dare il meglio di te. Io per esempio mi lascio influenzare da queste correnti positive, così da riuscire a risolvere un qualcosa che prima non vedevo nemmeno possibile risolvere. Riassumendo, questo mio piccolo articolo vorrei dedicarlo a tutti voi, a te che mi stai leggendo vorrei dire: “è tempo di fare quella cosa che rimandi da giorni, mesi, anni”. Non sono un profeta, ma una persona come tante, solo che adesso dico basta a tutta questa frenesia che circola nel mondo, troppe cose inconcludenti a cui star dietro. Dobbiamo aprire gli occhi e renderci conto che le realtà importanti non sono la televisione e l’aperitivo la sera; Le cose che veramente contano di più sono salvaguardare il nostro tempo e utilizzarlo in modo esemplare, migliorando le nostre condizioni di vita e aiutare chi ha più bisogno.

Provare a fare cose nuove, scoprire nuovi modi per realizzarsi e sentirsi bene con tutto ciò che ci circonda, estrapolare l’energia della terra e farla fuoriuscire. A coloro che credono di aver toccato il fondo consiglio di reagire guardare in alto e riemergere poesia e luce.