I dialoghi mancati

Sul barcone ci sono donne abbronzate, ma sono ripugnanti, sono nere...

99

Sabaudia, quel tratto di spiaggia che Carla chiama i dialoghi mancati. Quel tratto di spiaggia dove sul blocco notes intreccia gli incipit dei monologhi di quel romanzo sabaudiano, che non trova pace. La vita di Carla è così surreale, che la fantasia della scrittrice si scontra, i personaggi della sua fantasia al cospetto sono banali. A Roma ha conosciuto un guerrigliero cubano, un trafficante coinvolto in impicci internazionali, un’altra storia di quelle che dice «Posso raccontarla solo perché un’amica stava con me.

Spiaggia dei dialoghi mancati, se ci fosse un porto e fossi la sindaca lo aprirei.

In queste ore che l’Italia sta mostrando fermezza nei confronti di un barcone, quelli che trasportano i migranti del terzo millennio, quelli che per sfuggire a guerre, conflitti, fame e povertà vengono a “cercare la pacchia”. Carla ne incontra tanti a Roma, ma anche a Sabaudia. I più fortunati sono quelli che per ore si trascinano sotto il sole a vendere qualcosa. Sicuramente se in quel barcone ci fossero gattini, cagnolini si sarebbe scatenato il putiferio. Ma ci sono solo dei puzzoni, negri, sporchi. NEL MARE LEI vede il riflesso degli occhi che gridano dolore.

Vede il corpo di bambini sventrati, strappati dagli odori, dai colori di una terra madrigna, che non ama i suoi figli.

Giugno, Sabaudia comincia a cambiare volto, le scuole sono chiuse, cominciano ad arrivare le nonne con i bambini. Ops non sono le nonne, quelle stanno ancora a Roma. Non ci sono più le nonne di una volta, non sono ancora in pensione. O sono delle bisnonne o sono delle “tate” straniere. Sulla spiaggia ci sono le prime vip ad arrostirsi al sole, poi delle badanti filippine, rumene, albanesi a prendersi cura di anziani. Strano questo scenario del nuovo millennio che avanza.

Un tempo andavano di moda le bionde con la pelle chiara, ci si doveva proteggere dal sole, le donne abbronzate erano le contadine.

In poesia venivano cantate le donne angelicate, in pittura raffigurate solo “Madonne chiare”. Oggi essere abbronzate è un must, le vip arrivano in spiaggia già abbronzate con le lampade. Sul barcone ci sono donne abbronzate, ma sono ripugnanti, sono nere … Oggi la spiaggia dei dialoghi mancati resta in silenzio, colpita dall’indifferenza. Carla ripone il suo blocco notes con un incipit: “Cosa spinge una donna con il pancione al travaglio di un viaggio, se non la speranza di un mondo migliore per quell’esserino che scalpita nel suo ventre?

Il sonno della ragione genera mostri